Mercoledì 18 Settembre 2019

Attualità

Il Tribunale finisce sul profilo Facebook della Lucarelli

Il Tribunale finisce sul profilo Facebook della Lucarelli


selvaggia.jpg

AVEZZANO. Dopo essersi scagliata contro Belen Rodriguez e la compagna di Eros Ramazzotti, ma dopo aver anche commentato temi più seri e aver scatenato una polemica per la pubblicazione delle foto dei bambini siriani morti a causa del gas nervino, Selvaggia Lucarelli dedica ad Avezzano un post sul suo seguitissimo account di Facebook.

 

tribunaleavezzano.jpgIntorno alle 13 di venerdì 20 settembre, la Lucarelli ha infatti pubblicato uno scatto di cinque ragazze in abiti succinti e in posa di fronte ad una targa che non lascia dubbi in merito al luogo in cui la foto è stata scattata. “La legge è uguale per tutti” si legge e, dalla didascalia della conduttrice radiofonica, veniamo a sapere che il set delle belle ragazze è proprio il Tribunale di Avezzano.

 

La Lucarelli, “cliccatissima” on line grazie alla sua ironia sfacciata e al suo sarcasmo intelligente, commenta così la foto in questione: «ricevo questa meravigliosa foto scattata all'interno del tribunale di Avezzano. C'era una sfilata di intimo nella via di fronte al tribunale quest'estate e quindi hanno pensato di adibire il tribunale a spogliatoio. Ora vedo se in quello di Milano mi tengono un paio di scarpiere». Quasi mille i “mi piace” e oltre 150 le condivisioni.

 

Non si sono poi fatte attendere le centinaia di commenti. Diverse le reazioni. Chi si sente sdegnato, chi senza parole, chi invece la butta sull’ironia (“ho deciso. Scelgo giurisprudenza”) e chi non può fare a meno di pensare all’ex presidente del Consiglio Silvio Berlusconi (“se l’avesse saputo Silvio…”), chiedendosi se sia stato spostato ad Avezzano il processo Ruby e ipotizzando che il Cavaliere chiederà di trasferire nel capoluogo marsicano i suoi processi.

 

Tanti anche i commenti che fanno riferimento al destino del Tribunale di Avezzano che, nonostante l’impegno e gli appelli di professionisti e politici, ultima, in ordine di tempo, la lettera del presidente della Provincia Antonio Del Corvo al ministro Anna Maria Cancellieri, si avvia verso una chiusura che appare sempre più inesorabile.

 

I fans della Lucarelli, infatti, non hanno dimenticato la sorte che il Tribunale avezzanese condivide con altre Corti abruzzesi (“Visto che tanto lo chiuderanno...avranno già pensato a come riciclare lo stabile! Chissà se nel "mio", a Lanciano, faranno un ufficio casting”, oppure “se volete un armadio capiente dal 2015 c'è anche quello di Sulmona”).

La serata in cui è stata scattata la tanto chiacchierata foto era stata organizzata, infatti, proprio per richiamare l’attenzione sulla chiusura del Tribunale. Durante lo svolgimento dell’evento, con i cui proventi è stato acquistato un defibrillatore, si sono alternati, per questo, momenti di moda e musica, a momenti dedicati alla difesa del palazzo di giustizia del capoluogo marsicano.  

 

Nessuno spogliarello dunque. Le ragazze erano in quell'aula solo per cambiarsi, in quanto erano tante e quella era per loro la stanza più comoda e capiente.

 

 

Maria Caterina De Blasis


Ti potrebbe interessare anche Notizie
selvaggia lucarelli | tribunale avezzano