Mercoledì 18 Settembre 2019

Attualità

La Regione Abruzzo chiede l'affidamento della linea Avezzano-Roccasecca

La Regione Abruzzo chiede l'affidamento della linea Avezzano-Roccasecca


Ferrovia-290x200.jpg

AVEZZANO. «Rete Ferroviaria Italiana sta pianificando gli interventi nell’ambito del piano nazionale di manutenzione dell’infrastruttura ferroviaria anche per la linea Avezzano-Roccasecca, che nel frattempo rimarrà chiusa al traffico. La mobilità sull’intera tratta sarà garantita, con gli stessi tempi di viaggio, da un servizio di autobus sostitutivi».

Questo è ciò che, lo scorso 6 settembre, Rfi ha comunicato sul proprio sito ufficiale riguardo alla tanto discussa sorte della ferrovia Avezzano-Roccasecca.

 

I timori in merito alla sospensione dei servizi erano dunque fondati, così come lo erano quelli legati alla genericità della durata dei lavori. Il breve comunicato di Rfi, infatti, lascia tutto in sospeso, non specificando né l’inizio delle attività di manutenzione (“ancora in fase di pianificazione”, si legge) né la loro eventuale conclusione.

 

Nel frattempo, Giandonato Morra, assessore regionale ai trasporti, al termine della riunione che si è tenuta ieri mattina all’Aquila ha dichiarato: «la Regione Abruzzo chiederà al Governo che la linea ferroviaria Avezzano-Roccasecca venga affidata direttamente alla Regione».

All’incontro, voluto dallo stesso Morra, hanno partecipato Angelo Di Paolo, assessore ai lavori pubblici, i consiglieri regionali Giovanni D’Amico e Giuseppe Di Pangrazio e il presidente della Provincia Antonio Del Corvo.

«La Regione Abruzzo» continua quindi Morra «si riserverà, nelle sedi opportune, ulteriori approfondimenti sulla gestione della linea ferroviaria, in particolare sui lavori di manutenzione straordinaria in capo a Rfi».

 

L’assessore regionale ai trasporti, accompagnato dal presidente della Regione Abruzzo, Gianni Chiodi, la scorsa settimana, aveva incontrato a Roma i vertici di Rete ferroviaria italiana.

«In quella sede» ricorda Morra «la Regione ha rotto il tavolo delle trattative dicendo esplicitamente ai rappresentanti di Rfi che la responsabilità del depauperamento infrastrutturale della linea Avezzano-Roccasecca è da ascrivere unicamente alla negligente gestione della tratta che non ha visto negli anni operare l'opportuna e doverosa attività di manutenzione straordinaria».

«Non si è parlato solo della Avezzano-Roccasecca» prosegue «in questa fase, infatti, si dovrà definire con il Governo anche il futuro di altre linee ferroviarie, quali la Sulmona-Carpinone, e capire qual è la posizione governativa nei confronti di Rfi che sta procedendo in tutta Italia su alcune linee interne prescindendo dalla esigenze dei territori».

 

Il prossimo passo di Morra, sarà ora quello di convocare un incontro con Trenitalia e tutti i sindaci della Valle Roveto per stabilire i sevizi sostitutivi per questa fase. «Dobbiamo naturalmente tener conto» conclude l’assessore «che i servizi sostitutivi dovranno essere modulati secondo le esigenze dei territori e sulla nuova determinazione del plessi scolastici».

 

Dopo la riunione di ieri, è arrivato un commento anche dal presidente Chiodi. «In questa fase transitoria» ha dichiarato il governatore «la Regione sarà al fianco dei pendolari con la garanzia dell'effettuazione di tutti i servizi di trasporto necessari». «È chiaro» ha poi concluso «che l'obiettivo principale rimane il ripristino, nel più breve tempo possibile, della ripresa del servizio sulla linea ferroviaria».

 

Maria Caterina De Blasis