Mercoledì 30 Novembre 2022

Cronaca

“Operazione KARKOUBA”. In cella il marocchino Razkaoui

“Operazione KARKOUBA”. In cella il marocchino Razkaoui


orio-polizia-frontiera-550.jpg

MARSICA. Nella notte del 18 settembre scorso, il personale della Squadra Mobile unitamente a quello della Guardia di Finanza della Compagnia Orio al Serio, ha notificato presso l’aeroporto di Bergamo l’ordinanza di misura cautelare in carcere nei confronti di:

 

Rachid RAZKAOUI, nato in Marocco il 16.05.1984, coinvolto nell’operazione denominata “Karkouba”, conclusasi con l’emissione di 27 ordinanze di custodia cautelare il 3 Luglio 2013.

 

Razkaoui, dopo aver prenotato il volo  FR4634  con partenza da Saragozza ( Spagna) è giunto  allo scalo aeroportuale  Orio al Serio (BG), ove ad attenderlo c’erano i poliziotti ed i finanzieri. Si è giunti all’identificazione del marocchino dopo un’intensa attività d’intelligence e di collaborazione intercorso tra gli agenti della Sezione Antidroga della Squadra Mobile dell’Aquila, con i finanzieri, i quali,  attraverso la foto-segnaletica del latitante ed altre informazioni utili per l’individuazione, lo hanno arrestato e portato al carcere di Bergamo.

 

Il ruolo ricoperto da RAZKAOUI Rachid, nell’ambito dell’imponente attività posta in essere dagli investigatori della Sezione Antidroga, coordinati dalla D.D.A di L’Aquila, era quello di partecipare attivamente con i vertici dell’associazione per delinquere contestata, sia per organizzare l’illecito traffico di cocaina, sia per svolgere mansioni di Pusher, poiché attraverso la sua intensa e costante  attività riusciva ad effettuare numerosissime consegne di cocaina ai numerosi acquirenti, tanto da essere considerato uno dei  più grandi rifornitori in Luco dei Marsi, Trasacco e zone limitrofe.


Ti potrebbero interessare anche Provincia | Cronaca | Notizie
arresto | L'Aquila | Operazione KARKOUBA | Rachid Razkaoui