Martedì 23 Aprile 2019

Attualità

Cam, il Comitato “A tutela di Celano” contesta le bollette

Cam, il Comitato “A tutela di Celano” contesta le bollette


Comune di Celano.JPG

CELANO. Prosegue la riconsegna del documento stilato dagli avvocati incaricati dal Comitato “A tutela di Celano – Acqua nostra”. La lettera, una volta compilata dagli utenti celanesi, dovrà essere spedita al Cam (via fax) o riconsegnata al Comitato che provvederà a protocollarlo direttamente nella sede del consorzio. Il documento potrà essere consegnato anche presso l’ufficio tributi comunale nella mattinata del 2 novembre. «Con questa iniziativa» dichiara Gianvincenzo Sforza, portavoce del Comitato «come ha chiesto lo stesso Cam nella voce “Comunicazione all’utenza”, allegata alla bolletta relativa al II quadrimestre 2013 e che i celanesi non hanno letto, si potrà contestare e non accettare la fattura ricevuta rimettendo una nota scritta. In assenza di reclamo scritto scatterà l’accettazione del pagamento alle condizioni imposte dal gestore delle reti idriche per tutto il 2013».

 

Per agevolare gli utenti e permettere la consegna di più moduli possibili, domenica 3 novembre gli interessati potranno ritirare, compilare e riconsegnare il modulo direttamente al tavolo che sarà allestito dal Comitato in piazza IV Novembre dalle 15:30 alle 20:00. «Con il recapito della bolletta di questi giorni all’utenza celanese il Cam ha cercato di far passare subdolamente anche il silenzio assenso su alcune gravi inadempienze dell’Ente ai danni dei nostri cittadini» prosegue Sforza «come la richiesta di pagamenti di servizi non fatti o fatti male (depurazione e manutenzione alle reti) o somme indebitamente riscosse che dovrebbero essere restituite al nostro Comune per il rimborso dei mutui contratti per realizzare la rete idrica cittadina».

«Il Cam, con il fare che ormai lo contraddistingue negativamente, ha cercato» conclude il portavoce del sodalizio celanese «di farsi pagare non più a forfait (cioè con una somma prestabilita annua diviso per tre quadrimestri), ma di passare al pagamento a consumo come si evince dal calcolo presuntivo di un fantomatico consumo riportato sull’ultima bolletta. A Celano il Cam non deve far pagare a consumo, ma a forfait come è stato ribadito anche nelle delibere del Consiglio comunale cittadino, almeno fino a quando non verrà autorizzo il posizionamento dei contatori».

 

Per meglio informare i cittadini sulle iniziative in atto, il Comitato organizza, per domenica 3 novembre, un comizio in piazza IV novembre alle ore 17:00.


Ti potrebbe interessare anche Notizie
gianvincenzo sforza | celano | cam | comitato a tutela di celano