Mercoledì 18 Settembre 2019

Attualità

Crisi industriale della Marsica, Legnini al tavolo di lavoro con amministrazione e sindacati

Oggi, in Provincia, un delicato incontro sulla crisi della Pittini di Celano


Comune+sindacati.jpg

AVEZZANO. Vista la condizione di affanno del sistema industriale della Marsica, il sindaco e i sindacati portano sul tavolo del Governo le situazioni di crisi che si susseguono nel nostro territorio, in cui la lista delle aziende che fanno ricorso agli ammortizzatori sociali, i contratti di solidarietà o chiudono i battenti si fa sempre più lunga.

 

Il punto sulle situazioni più impellenti (Pittini, Cartiera, Presider) è stato fatto in un primo incontro in Municipio, promosso dal consigliere regionale Giuseppe Di Pangrazio.

 

Il sindaco Giovanni Di Pangrazio, l'assessore al lavoro Francesco Paciotti, e i sindacalisti di Cgil (Sigismondo Sansoni e Pietro Campanella), Cisl (Antonello Tangredi e Antonio Fiasca) e Uil (Michele Paliani) hanno incontrato il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, Giovanni Legnini.

 

Sulla Pittini di Celano, per la quale i sindacati saranno impegnati oggi in un delicato incontro alla Provincia, Legnini ha invitato “a un momento di riflessione prima di assumere decisioni definitive”. Il sottosegretario, comunque, ha assicurato la massima attenzione del Governo per l’esame delle diverse situazioni di crisi e ha dato disponibilità ad una giornata di confronto a 360 gradi sul comparto industriale della Marsica, per mettere a fuoco le criticità ed elaborare una piattaforma comune di rilancio del sistema produttivo del territorio.

 

La crisi e le delocalizzazioni aziendali che stanno portando alla desertificazione industriale, infatti, impongono una profonda riflessione sul modello di sviluppo della Marsica, un territorio vocato all'agricoltura, dove va sicuramente rafforzata la presenza di aziende per la trasformazione dei prodotti del Fucino.

 

All'incontro hanno partecipato anche il vice sindaco, Ferdinando Boccia, il presidente del consiglio Domenico Di Berardino e il consigliere Nicola Pisegna Orlando.