Domenica 19 Maggio 2019

Attualità

La Tasi, chi deve pagarla?

Il Centro giuridico del cittadino spiega la nuova imposta


centro giuridico del cittadino.jpg

AVEZZANO. Anno nuovo, tasse nuove. Con la Legge di Stabilità per il 2014 sono entrate in vigore nuove imposte con nuovi nomi, come la Tasi.

 

Il Centro giuridico del cittadino, associazione per la difesa dei diritti di cittadini-utenti-consumatori, nata con l’obiettivo di informare i cittadini su specifiche tematiche di interesse collettivo al fine di tutelare, difendere e promuovere i diritti dei soggetti più deboli quali consumatori, utenti, disabili, anziani, spiega in che cosa consiste la nuova imposta e chi deve pagarla.

 

La Tasi, tassa sui servizi indivisibili offerti dai comuni, è una delle due componenti della Trise, o Service Tax, la tassazione sulla casa che ha sostituito l’Imu e la Tares.

 

L’imposta viene pagata dai proprietari, dal momento che i beni e i servizi pubblici locali concorrono a determinare il valore commerciale dell’immobile. Nel caso di immobili affittati, il conduttore - cioè chi paga l’affitto - partecipa per una piccola quota, tra il 10 e il 30 per cento, dal momento che fruisce dei beni e servizi locali.

 

L’aliquota di riferimento fissata per il 2014 è del 2,4 per mille, quindi inferiore a quella dell’Imu. Ma ciascun Comune potrà scegliere, come base imponibile, o la superficie o la rendita catastale. L’aliquota potrà essere aumentata dai Comuni fino ad un livello tale da incassare la stessa somma che sarebbe entrata nelle casse locali, portando l’Imu sulla prima casa ad aliquota massima (6 per mille).


Ti potrebbero interessare anche Politica | Notizie
tasi | centro giuridico del cittadino