Martedì 19 Febbraio 2019

Lavoro

La CNA si riconferma l'associazione imprenditoriale più rappresentativa

Incrementati, rispetto allo scorso anno, gli associati che, tra pensionati, abbinati inps e inail, arrivano a quasi quota duemila


Cavasinni Pasquale.JPG

AVEZZANO. «Si è respirata aria euforica nella sede della CNA provinciale di Avezzano quando, dalla sede nazionale dell’Associazione, sono stati comunicati i dati degli “abbinamenti definitivi” o, per meglio dire, degli iscritti all’Associazione per l’anno 2014». Queste le parole di soddisfazione del direttore Pasquale Cavasinni.

 

Nonostante la crisi e i tantissimi altri problemi che gravano sulle imprese con notevoli ed inevitabili ripercussioni sul sistema della rappresentanza, la CNA provinciale di Avezzano si conferma la più forte e rappresentativa Associazione a livello provinciale. «La CNA di Avezzano, infatti» continua il direttore «non solo consolida, anzi incrementa, rispetto all’anno scorso, il numero degli associati così ripartiti: 1.204 abbinati inps, 84 abbinati inail, 592 pensionati, 117 abbinati diretti, per un totale associati di 1.997».

 

«Certamente c’è euforia, entusiasmo e soddisfazione per il risultato conseguito» commenta la presidente Franca Sanità «unitamente, però, ad una consapevole responsabilità per il lavoro che ci attende ancora più intenso per soddisfare al meglio le aspettative dei nuovi iscritti e anche dei vecchi associati». «Considerati i tempi e la crisi che perdura da troppi anni, il risultato conseguito è di grande prestigio» prosegue Sanità «soprattutto se guardiamo i risultati, purtroppo, di segno negativo della altre associazioni. Noi siamo riusciti a tenere e anche a crescere numericamente rispetto al 2013, e questo ci impone la pianificazione di strategie e di servizi ancora più competitivi a vantaggio degli associati e della categorie rappresentate». «Quindi» conclude la presidente «i nostri associati possono stare tranquilli che metteremo ancora più impegno nel rappresentarli e nel difendere le imprese da tutto ciò che mina la loro crescita ed il loro sviluppo».

 

«Ero certo che avremmo consolidato la nostra base associativa» aggiunge il direttore «anzi, dal serio e duro lavoro che abbiamo prodotto nei mesi scorsi non potevamo che attenderci un risultato positivo, come in effetti si è verificato. Sono d’accordo con le dichiarazioni della presidente e devo ringraziare lei, il gruppo dirigente degli imprenditori, i dipendenti ed i collaboratori tutti perché soprattutto grazie a loro, al loro lavoro, all’abnegazione nello studio e nell’azione, all’attaccamento alla struttura e agli interessi delle categorie economiche che rappresentiamo, che la nostra associazione, oggi può vantare questo risultato straordinario». «Nulla da aggiungere a ciò che sostiene Sanità, se non che continueremo a stare uniti e compatti, a lavorare di più e meglio, al fianco di una presidentessa semplicemente straordinaria per intelligenza e disponibilità, che onora il ruolo che ricopre con competenza, lungimiranza nelle scelte associative e alto senso di responsabilità nella gestione delle attività della CNA».


Ti potrebbe interessare anche Notizie
cna | pasquale cavasinni | franca sanità