Venerdì 22 Marzo 2019

Lavoro 06:15

All’Aquila un seminario sul management e la gestione delle risorse umane

Appuntamento con “Che fine ha fatto il leader carismatico?”, venerdì 13 alle 15:00 nella sede di Confindustria L’Aquila


risorse umane.jpg

L’AQUILA. Dopo il successo della prima edizione del Master in Project Management e l’imminente partenza della seconda edizione nel mese di marzo, Q110, Organismo di Formazione accreditato alla Regione Abruzzo, prosegue nella sua attività di divulgazione per favorire una nuova cultura d’impresa e di lavoro con lo sviluppo di tematiche legate al management e alla gestione delle risorse umane.

 

“Che fine ha fatto il leader carismatico?”, questo il titolo provocatorio del seminario proposto dalla Q110 e in programma venerdì 13 febbraio, alle 15:00 nella Sala Conferenze di Confindustria L’Aquila in località Campo di Pile. Un importante momento formativo patrocinato dall’Università LUM e da Confindustria in collaborazione con la società di comunicazione One Group.

 

All’incontro interverranno Carlo Imperatore, direttore Confindustria L’Aquila, Anna Grazia Valdo, docente di discipline economiche-aziendali, Raffaele Marola, già direttore della Sanofi Aventis dell’Aquila e Francesca Pompa presidente della Q110. A condurre il seminario l’ingegnere Giovanni Pisano, docente Luiss di Project Management.

 

«In un momento così difficile come quello che imprese e lavoratori stanno attraversando» sottolinea la presidente della Q110 «capire i cambiamenti in atto è fondamentale per innovare e ridisegnare il proprio futuro. Sopravvive chi impara e sa vivere il contesto».

 

Il seminario formativo, al termine del quale verrà rilasciato un attestato di partecipazione, offre lo spunto per capire come le organizzazioni possono aprirsi a modelli partecipativi con il mondo esterno e attivare scambi e collaborazioni. Da qui l’interrogativo se possano esserci oggi organizzazioni senza leader e senza capi, o meglio che tipo di leadership esercitare affinché dipendenti e collaboratori possano sprigionare le loro energie vitali di cui si avverte forte il bisogno.

 

“Autorganizzazione”, “autoprogettualità”, “dare il meglio di sé”, queste le parole chiave per creare le condizioni affinché ognuno possa mettere in campo, con soddisfazione, il proprio ingegno e le proprie risorse per il bene dell'organizzazione. «La realtà aziendale» sottolinea infatti il professor Pisano, con la sua ricca storia di docente in project management ma anche di uomo d’azienda, è qualcosa in continuo divenire dove la proattività è strettamente legata alla capacità d'apprendimento». «È interessante capire» conclude «che solo la silenziosa rivoluzione individuale è capace di generare quei cambiamenti necessari per una società migliore».

 

Redazione Avezzano Informa