Martedì 23 Aprile 2019

Attualità 06:00

Assemblea Fidimpresa di Avezzano, eletti i delegati per l’assemblea regionale

La presidente Sanità: “Nuovi investimenti e nuove strategie per migliorare il servizio credito dell’associazione a vantaggio delle imprese e dell’economia locale e regionale”


cna.jpg

AVEZZANO. Alla presenza di oltre 200 soci si è svolta l’assembla separata dei soci, del comprensorio di Avezzano di Fidimpresa Abruzzo. I soci hanno approvato il bilancio, hanno adempiuto agli altri obblighi statutari ed hanno eletto i delegati per l’assemblea regionale: gli imprenditori Tonino Teodori e Marco D’Andrea Filippo effettivi, Vincenzo Vitale e Gerardo Verna supplenti e gli invitati Franca Sanità, Francesco D’Amore, Luciano Massimi, Concezio Di Giamberardino e Pasquale Cavasinni.

 

Gli amministratori del Confidi hanno provveduto a relazionare sulle principali attività svolte e sui risultati conseguiti nel 2014: nuovi soci 653 per un totale attuale della compagine sociale pari a 9.714 soci; pratiche deliberate 1.695 per un importo di circa 81 milioni di euro; pratiche per consolidamento e liquidità 153, per smobilizzo crediti 637, per immobili, impianti e macchinari e start up 324 per un importo complessivo di finanziamenti erogati di oltre 50 milioni di euro.

I settori finanziati sono stati: agricoltura oltre un milione di euro, artigianato circa 21 milioni, industria 4 milioni, commercio 13 milioni, altro 11 milioni. «Numeri importati e molto significativi» ha dichiarato la presidente Franca Sanità «che ci danno il senso di quanto sia fondamentale per le imprese il ruolo del nostro Confidi». «Con i numerosissimi soci che ci hanno onorato della loro partecipazione all’assemblea» ha proseguito «oltre a tutti gli adempimenti e a condividere il successo dell’azione di Fidimpresa, abbiamo ragionato sui nuovi investimenti e sulle nuove strategie da mettere in campo per migliorare ulteriormente il cosiddetto servizio credito dell’associazione a tutto vantaggio delle imprese e dell’economia locale e regionale». «Siamo incontentabili» chiosa con una battuta la presidente «noi della Cna, dirigenti e collaboratori, in un contesto economico e sociale che “viaggia veloce”, relativamente al lavoro che svolgiamo, non siamo proprio portati ad accontentarci dei risultati conseguiti, se pur positivi, perché ci sono sempre spazio di miglioramento. Siamo sempre impegnati a porci nuovi obiettivi, a migliorare i nostri servizi, a rendere le nostre attività moderne ed utili per le categorie che rappresentiamo. Perciò, per i nostri associati “il meglio deve ancora venire”».

 

Redazione Avezzano Informa