Venerdì 22 Marzo 2019

Attualità 12:55

Avezzano festeggia 70 anni dalla Liberazione, il sindaco: “Credere nella coesione”

11165873_10206011872043526_770893752_n.jpg

AVEZZANO. A 70 anni dalla Liberazione dell'Italia, occupata dalla Germania nazista, anche la città di Avezzano questa mattina ha festeggiato e celebrato la ricorrenza con la deposizione delle corone al di sotto dei monumenti dedicati agli Alpini Caduti e alla Libertà per tutti i Popoli, in Piazza della Resistenza.

 

Una giornata calda ha accolto nel parco della Piazza le numerose Istituzioni presenti, i corpi armati, le associazioni e cittadini, accompagnati dalle musiche della banda “Leoncini d'Abruzzo”.

 

Hanno preso parte alla celebrazione il sindaco di Avezzano, Giovanni Di Pangrazio, il presidente del Consiglio Comunale, Domenico Di Bernardino, il presidente del Consiglio Regionale, Giuseppe Di Pangrazio, il vice sindaco di Avezzano, Ferdinando Boccia, assessori e consiglieri comunali, le Forze dell'Ordine con Carabinieri, Polizia, Guardia Di Finanza, Polizia Penitenziaria, Associazione nazionale Polizia di Stato, Vigili del Fuoco, Guardia Forestale, Alpini, Marina (sez. Avezzano), Bersaglieri, Areonautica (sez. Avezzano).

 

A benedire le corone, il parroco di Borgo Pineta, Don Vincenzo De Mario.

 

“Tornare in questo posto di fronte ai monumenti della Memoria occa sempre il nostro cuore soprattuto perché quest'anno ricorre il 70° anniversario dalla Liberazione” ha dichiarato ai presenti il sindaco Di Pangrazio nel discorso conclusivo “ in questo momento si sta celebrando in tutte le piazze d'Italia la stessa ricorrenza, la Liberazione è un dono, un patrimonio di tutti gli italiani e questo è il sentimento che più affiora nelle nostre coscienze. La nostra Italia sta provando a rialzarsi nuovamente dopo 70 anni, alzarsi da una situazione economica non facile e dobbiamo rinascere da questo sentimento di depressione esattamente come siamo rinati 70 anni fa quando eravamo un paese sbandato. Mi aspetto e mi auguro che questa Liberazione sia estesa oggi più che mai alla trappola economica che stiamo affrontando e per riuscire in questo doppiamo essere uniti e credere nella coesione sociale, continuare a sentirci uniti per un unico obiettivo, la nostra bella Italia”.

 

Cl.C.

 


Ti potrebbero interessare anche Provincia | Notizie
avezzano | 70anni | liberazione | italia | sindaco