Mercoledì 18 Settembre 2019

Attualità 06:00

Ricoverato nello zoo del Parco l’orsetto ritrovato a Villavallelonga

Tutta l’operazione è stata svolta dal personale del Pnalm in collaborazione con la Forestale


orsetto.jpg

PESCASSEROLI. In merito al ritrovamento del cucciolo d’orso, rinvenuto a Villavallelonga, nel territorio del Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise, la presidenza e la direzione del Pnalm hanno ricostruito la vicenda, spiegando che lo scorso venerdì, alle 17:00, è stata segnalata, al Servizio Sorveglianza del Parco, la presenza dell’orsetta nei pressi di Villavallelonga.

 

Le guardie del Parco si sono immediatamente recate sul posto per salvare il cucciolo dagli eventuali pericoli, controllando a vista, ma a debita distanza, la sua attività, per non abituarlo alla presenza umana, fondamentale nell’ipotesi di una sua reimmissione nell’ambiente naturale.

 

Sul luogo è poi intervenuto il veterinario del Parco, che, dopo un controllo non invasivo, ha giudicato la piccola in discrete condizioni di salute, accertandone il sesso.

Per favorire l’eventuale ricongiungimento con la madre, è stata organizzata una sorveglianza sul luogo per tutta la notte, sempre ad opera delle Guardie del Parco, con l’ausilio di due agenti della Forestale. La mattina seguente, sempre per cercare segni di presenza della madre della piccola, è stata organizzata una vasta perlustrazione della zona circostante il ritrovamento della cucciola, effettuata dalle Guardie del Parco e dagli Agenti del Corpo Forestale, purtroppo finita in un nulla di fatto.

 

Alle 12, trascorse 18 ore dal ritrovamento dell’orsetta, che quindi non aveva ricevuto nutrimento quantomeno in questo periodo di tempo, così il veterinario e il personale del Servizio veterinario del Parco hanno deciso di prelevare il cucciolo e ricoverarlo in un luogo protetto nello zoo del Parco di Pescasseroli, per essere nutrito e sorvegliato.

 

Redazione Avezzano Informa