Martedì 26 Marzo 2019

Attualità 18:30

“Lungo le Antiche Rue”, ci sarà anche la Croce Verde con un preciso obiettivo

croce verde.jpg

CIVITELLA ROVETO. Si avvicina la manifestazione enogastronomica “Lungo le Antiche Rue”, in programma per il 23, 24 e 25 ottobre. La festa, fissata per lo scorso fine settimana, è stata poi rimandata a causa del maltempo e della terribile tragedia nella quale ha perso la vita una 51enne del paese.

 

La Croce Verde Pubblica Assistenza e Protezione Civile di Civitella Roveto, che in questi giorni tanto ha lavorato, soprattutto a Civitella e Canistro, per riportare i centri colpiti dal maltempo alla normalità, ha confermato l’intenzione di partecipare alla manifestazione “Lungo le Antiche Rue” con un preciso obiettivo. La decisione è arrivata durante un’assemblea dei soci nella tarda serata di domenica. In particolare si è deciso di devolvere completamente l’incasso, derivante dalla vendita di prodotti tipici negli stand Croce Verde e Tradizioni Civitellesi, all’acquisto di attrezzature per interventi in caso di alluvioni: motopompa, generatore di corrente e torre faro.

 

A seguito degli eventi meteorologici e la tragedia che ha sconvolto il territorio, infatti, i volontari sono stati impegnati in prima linea nelle operazioni di soccorso e assistenza alla popolazione dei comuni della Valle Roveto, in particolare l’intervento si è concentrato sui comuni di Civitella Roveto e Canistro dove oltre che sostenere la struttura di coordinamento comunale degli aiuti, sono stati svolti interventi di soccorso, assistenza alla popolazione e supporto logistico.

 

La Croce Verde di Civitella Roveto e con essa soprattutto i volontari, la vera ossatura e l’indispensabile valore aggiunto di un’organizzazione di volontariato, intende dare un segnale positivo di ripresa, essere il raggio di sole che scalda dopo una tempesta, la luce in fondo al tunnel, l’arcobaleno che dà colori ai giorni, speranza anche dove è duro tornare ad averne.

 

«Noi, insieme a voi» fanno sapere i volontari «vogliamo fare e dare, ma soprattutto lasciare e lanciare un segnale di speranza, perché la vita è una cosa meravigliosa ed in quanto tale va sostenuta in tutte le maniere e modi possibili!».

 

Redazione Avezzano Informa