Giovedì 25 Aprile 2019

Lavoro 06:30

Cartiera Burgo: spiragli positivi e un nuovo imprenditore per salvare la fabbrica

Burgo_fabbrica (1).jpg

AVEZZANO. Una svolta decisiva per la Cartiera Burgo di Avezzano dopo l’incontro dell’Aquila, a cui hanno partecipato il vicepresidente della Regione Abruzzo, Giovanni Lolli, il vicepresidente della Provincia dell’Aquila, Nicola Pisegna Orlando, il sindaco di Avezzano, Giovanni Di Pangrazio, il presidente del Consiglio comunale di Avezzano, Domenico Di Berardino, l’amministratore delegato della Burgo, Paolo Mattei, le Rsu e i rappresentanti sindacali della Cartiera.

 

Durante il tavolo di lavoro sulle sorti della fabbrica, l’ingegnere Mattei ha infatti comunicato che dovrebbe essere Lombardi, già imprenditore cartaio, il partner di maggioranza della nuova compagni “Newco”. Il manager campano avrà a disposizione 90 giorni per procedere con l’iter amministrativo del caso ed entrare ufficialmente in quota

 

«È il giorno della speranza per i lavoratori della Cartiera Burgo e per il territorio della Marsica intera», questo il commento del sindaco Di Pangrazio a margine dell’incontro negli uffici del palazzo di vetro. «Dopo numerose riunioni in cui paura e incertezza avevano la meglio» ha aggiunto il primo cittadino «finalmente è in arrivo l’esito in cui tutti speravamo. Dopo anni di buio, finalmente uno spiraglio per i lavoratori che potranno essere reimpiegati e, con l’avvio della terza taglierina, anche il personale con i contratti di solidarietà, in scadenza il 31 maggio 2016, ma grazie a un piano industriale specifico verranno di certo prorogati, potrà essere riassorbito».

 

Mattei ha comunicato anche la dilazione della gratuità del servizio degli alloggi ai dipendenti fuori sede fino al 31 maggio 2016, prevedendo di attivare la nuova compagnia per l’autunno dell’anno prossimo. «Il lavoro sinergico tra istituzioni, sindacati e impresa» ha proseguito il primo cittadino di Avezzano «ha prodotto il risultato tanto atteso che dimostra che la Marsica è una terra in cui credere, programmare e investire. La ripresa della Burgo e della produzione potrebbe voler dire la nascita di nuove potenzialità e, magari, a medio termine, la creazione di nuovi posti di lavoro».

 

Durante la riunione, è stato anche istituito un tavolo permanente con tutti i soggetti coinvolti, già fissato per i primi giorni di dicembre.

 

Redazione Avezzano Informa