Mercoledì 28 Febbraio 2024

Attualità 06:30

il cammino della biodiversità: si parte il 20 luglio

cammino_biodiversita4_copia_copia.jpg

 

Dal 20 al 24 luglio, partecipanti ed esperti botanici, zoologi e geologi in cammino insieme per conoscere le tante ricchezze e fragilità ecologiche dei nostri monti, tra riserve, parchi nazionali e regionali camminando a piedi tra le montagne, dal Velino alla Majella passando per il Gran Sasso. E' il famoso cammino della Biodiversità, perchè per proteggere il nostro territorio bisogna prima conoscerlo.
Il cammino, presentato alle ore 18 del 19 luglio presso il Comando Forestale di Magliano, sede in cui è stato proiettato il filmato dell'esperienza dell'anno scorso, vuole chiarire gli intenti di questo itinerario, organizzato con il patrocinio del Consiglio Nazionale delle Ricerche e dal Corpo Forestale dello Stato.
Si parte il 20 luglio a piedi da Magliano De' Marsi per raggiungere il Velino, poi il Gran Sasso e infine il 23 luglio la Majella.
45 kilometri per conoscere l'immenso universo della flora e fauna della zona, nel cuore di tre Riserve naturali statali (Monte Velino, Valle dell’Orfento, Lama Bianca) e una regionale (Montagne della Duchessa), grazie alle conoscenze degli accompagnatori: botanici, ornitologi e geologi.
Sono loro che permetteranno (il 22 e 23 luglio) i cosiddetti «Bioblitz»:  incontri ravvicinati di osservazione e studio, per riconoscere la vegetazione e identificare gli animali, stimando il grado di biodiversità dell'ambiente determinandone la qualità. Un bioblitz è quindi uno studio inensivo sul campo, e si effettuerà presso le basi LTER (Ricerche Ecologiche di Lungo Termine) per studiare il paesaggio caratteristico della montagna interna dell’Appennino Centrale, dai boschi alle praterie di alta quota, con conseguenti valori di biodiversità.
''Un primo BioBlitz si terrà dalle 10 alle 22 sul Gran Sasso, a 2200-2400 metri (22 luglio), un secondo alla Majella, sui 2000-2200 metri (23 luglio) ed infine un'ultima  escursione (24 luglio) nella tundra della Majella, fino ai 2600 metri del Monte Acquaviva!", si legge sulla pagina FB del cammino.
Cosa c'è di meglio quindi di un cammino insieme per conoscere le tante ricchezze e fragilità ecologiche del nostro meraviglioso Abruzzo?
Ludovica Salera