Martedì 19 Febbraio 2019

Cronaca 06:20

11enne perde la mano per un fuoco d’artificio inesploso

ambulanza pronto soccorso.jpg

ROCCA DI BOTTE. Ha 11 anni il bambino che, a Rocca di Botte, ha perso l’uso di una mano a causa di una deflagrazione, probabilmente di un petardo. Ad indagare sull’accaduto i carabinieri della compagnia di Tagliacozzo che hanno posto sotto sequestro l’area dell’incidente.

 

L’undicenne, residente in provincia di Roma, è stato trasportato all’ospedale di Avezzano a bordo di un’ambulanza della Croce Rossa di Carsoli e quando è arrivato in pronto soccorso, i medici sono stati costretti ad amputargli una mano e il polso.

 

Da una prima ricostruzione dei fatti, sembrerebbe che il ragazzino abbia raccolto da terra o toccato, mentre giocava con degli amici nel campo sportivo di Rocca di Botte, un fuoco d’artificio inesploso. L’area dell’incidente sarà vigilata dai militari in attesa di un’ispezione degli artificieri e dei vigili del fuoco dal momento che, secondo quanto accertato dai carabinieri, vi sarebbero ancora altri residui di fuochi pirotecnici.

 

Redazione Avezzano Informa