Mercoledì 18 Settembre 2019

Attualità 06:20

Sviluppo nella Marsica, presentate le strategie industriali per il rilancio

berardinetti-lolli.jpg

REGIONE. «Questo incontro è la naturale prosecuzione di una politica che vuole garantire al territorio marsicano la giusta attenzione. Un modo per favorire la ripresa economica e per indurre le imprese a fare investimenti, invertendo un trend negativo per essere più competitive e creare nuovi posti di lavoro». Questa la dichiarazione del presidente della commissione sviluppo economico e attività produttive, Lorenzo Berardinetti, all’apertura del forum di Avezzano sulle strategie industriali per la programmazione 2014-2020, nonché sui nuovi bandi per la ricerca e lo sviluppo delle imprese.

 

«La Marsica» ha affermato Berardinetti «rappresenta un territorio a forte vocazione produttiva e con realtà aziendali con una energica vitalità che hanno interesse ad aumentare la loro produttività. Ci sono inoltre concrete possibilità di nuovi insediamenti imprenditoriali con conseguenti riscontri positivi in termini di crescita occupazionale». «Il mio intento» ha aggiunto il consigliere «è stato quello di rilanciare le attività industriali dell’intero territorio marsicano».

 

Nel corso del forum Berardinetti ha poi annunciato che il decreto ministeriale con il quale la Marsica è riconosciuta tra le aree di crisi è stato pubblicato il 4 ottobre. Ciò consentirà alle aziende del territorio di beneficiare di finanziamenti ad hoc. Durante il dibattito è intervenuto anche il vicepresidente della giunta regionale Giovanni Lolli il quale ha commentato: «mi preme sottolineare che grazie all’azione di stimolo del consigliere Berardinetti, la giunta regionale ha rivolto grande attenzione alle esigenze del territorio marsicano. Attualmente stiamo predisponendo tre bandi sulla ricerca industriale e lo sviluppo sperimentale. Dati alla mano, ad oggi, sono stati finanziati progetti seri e innovativi presentati da aziende marsicane a dimostrazione del fatto che il tessuto imprenditoriale di questa zona è vivo e funzionante».

 

Redazione Avezzano Informa