Mercoledì 18 Settembre 2019

Attualità 15:58

#imballozero, la mappa di Fare Verde: dove acquistare senza imballaggi nella Marsica

immagine.jpg

Imballozero.it è la mappa on line ideata e realizzata da Fare Verde Abruzzo in occasione della “Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti”. La mappa è accessibile sia da computer che da cellulare e permette di individuare i luoghi dove è possibile trovare prodotti venduti senza imballaggi. Basta digitare www.imballozero.it ed inserire il proprio indirizzo per visualizzare i punti più vicini.

 

La mappa è pensata per essere sviluppata con il coinvolgimento dei cittadini. Per questo, è stato previsto un modulo per segnalare ulteriori punti che non sono stati inseriti nella prima fase di lancio. I punti sulla mappa sono in gran parte piccoli negozi e produttori locali che vendono detersivi, latte e vino alla spina oppure ‘case dell'acqua’ dove è possibile riempire le bottiglie di acqua liscia o frizzante al costo di pochi centesimi al litro.

 

I marsicani troveranno l'Emporio Sostenibile di Avezzano che effettua consegne a domicilio settimanali di frutta e verdura biologica in cassette riutilizzabili, senza imballaggi. Sono stati inseriti anche i Gruppi di Acquisto Solidale, formati da cittadini e famiglie che la frutta e la verdura in cassetta senza imballaggi la acquistano direttamente da piccoli produttori.

 

Spinti dalla crescente attenzione dei cittadini per l'ecologia, anche i marchi della grande distribuzione hanno installato distributori di detersivi o di vino alla spina. Alcuni loro punti vendita sono stati inseriti nella mappa. Infine, tra i punti segnalati, ci sono i mercati rionali, dove si possono acquistare verdure da mettere nelle borse portate da casa e le fontane pubbliche dove andare a prendere acqua buona, fresca e gratis senza produrre migliaia di bottiglie di plastica.

 

Nella fase di sviluppo dell'idea ci siamo resi conto che le possibilità per procurarci beni senza imballaggi sono molte - afferma Massimo De Maio, consigliere nazionale di Fare Verde - se diamo un'occhiata al carrello della spesa, ci accorgeremo che è pieno di materiali che in poco tempo si trasformeranno in rifiuti da raccogliere, trasportare e smaltire. Al mercato rionale, invece, possiamo farci mettere frutta e verdura direttamente nelle sporte riutilizzabili, evitando di portarci a casa decine di inutili sacchetti di plastica”.

 

“Invitiamo i cittadini - aggiunge Cristian Perruzza, responsabile di Fare Verde a Balsorano - a chiedersi quante occasioni si hanno nella vita quotidiana per ridurre gli imballaggi e a segnalarcele come punti di interesse su imballozero.it Se non vogliamo discariche e inceneritori, dobbiamo cambiare il nostro modo di pensare e di agire”.

 

“Nella versione di lancio - afferma Giovanni Santi, iscritto a Fare Verde e sviluppatore dell'applicazione imballozero.it - abbiamo inserito solo pochi punti concentrati nella Marsica e nel vastese. Se usate bene, le nuove tecnologie possono aiutarci a diffondere le buone pratiche per ridurre la nostra impronta ecologica. A partire dall'iniziativa EcoTech Camp realizzata a Balsorano, abbiamo lavorato su progetti innovativi che mettono insieme informatica, elettronica, stampa 3D ed ecologia. Nei prossimi mesi lanceremo nuove iniziative”. 

 

I.P.