Intervento artigiani
Sab edilizia
Giovedì 27 Aprile 2017

Attualità 16:02

Il LAG incalza sindaco e amministrazione: 3 milioni per le imprese? non per merito vostro

avezzano2.jpg

È di pochi giorni fa la notizia della pubblicazione, nell’ambito del Progetto Marsica, di un nuovo bando da 3,25 milioni di euro a favore delle imprese del territorio, definito dal sindaco Di Pangrazio sul portale della giunta <<Un successo importante per la Marsica, una significativa opportunità per gli imprenditori, che premia il nostro lavoro e le positive sinergie attivate con la regione Abruzzo>>.


In seguito alla comunicazione del comune giunge diretta e puntuale la risposta del gruppo Laboratorio Abruzzo Giovani: “Il sindaco e l’amministrazione uscente proseguono con la loro campagna di promesse impossibili, quando avrebbero un dovere preciso: presentare entro l’11 aprile la Relazione di Fine Mandato. In tutte le città normali, a 60 giorni dal voto, i sindaci hanno questo compito: raccontano ai cittadini le cose fatte, le cose non fatte e perché le promesse non sono state mantenute. Ma questa amministrazione continua a fare campagna elettorale permanente, come se non avessero mai governato. Il gioco è quello di sempre: promettere, promettere ed ancora promettere”.


“Hanno avuto l’ardire – spiega il LAG - di riesumare il defunto Progetto Marsica, annunciando la solita pioggia di milioni, si badi bene, è sempre declinata al futuro, arrivando persino ad intestarsi meriti non loro. Per la prima volta, infatti, una quota dei fondi strutturali europei (i due fondi FSE e FESR) viene ‘dirottata’ sulle aree in forte crisi come la Marsica, e questo porterà incentivi per circa 3mln di euro. Ma Di Pangrazio omette volutamente di dire che il merito di questa operazione è dall’assessorato alle Aree Interne che si è speso per portare a termine questa operazione. Peccato che nei lunghi 5 anni di governo dell’amministrazione uscente nulla sia stato realizzato, e l’unica cosa di cui ci si possa ‘vantare’ è il primato, non edificante, di essere riusciti a far cancellare nel luglio 2014 la Marsica dai benefici degli Aiuti di Stato (TUEL 107.3.c oggetto di un nostro studio), dopodiché nessuna impresa si è più insediata nel nostro territorio ed il Nucleo Industriale è prossimo alla desertificazione”.


“I marsicani – conclude il gruppo - non vogliono più bufale e promesse vuote, ma fatti. Riportare lavoro e attività in città è l’obiettivo principale della futura amministrazione. Noi giovani siamo disposti a collaborare per la realizzazione di progetti seri e concreti, ma non con un’amministrazione proiettata nella falsità”. (I.P.)


Ti potrebbero interessare anche Annunci | Cultura | Regione | Provincia | Politica | Notizie