Intervento artigiani
Nuovo ambiente - Sab edilizia
Nuovo ambiente - Venditti - Legna da ardere
Mercoledì 24 Maggio 2017

Attualità 10:58

Volo del Coleottero: al via il ‘’Festival Teatro delle Scuole’’

locandina%20festival%20teatro%20scuole%202017.jpg

Al via il 22 maggio, fino al 26, il ‘’Festival Teatro delle Scuole’’, una rassegna teatrale che metterà in scena i lavori finali dei laboratori scolastici di teatro gestiti da Alessia Tabacco e Francesco Sportelli de Il Volo del Coleottero e da Mario Fracassi di Classe Mista.

 

Le scuole partecipanti sono le classi delle scuole primarie dell’istituto “Mazzini-Fermi” di Avezzano e dell’istituto “ A. B. Sabin” di Capistrello. Di seguito il ricco calendario per questa settimana all’insegna del teatro e dell’arte:

lunedì 22 MAGGIO

ore 18 Florian del cassonetto: viaggio alla conoscenza dell’altro (classe 5^A, scuola G.Mazzini, Avezzano)                                                        

ore 19 Il viaggio di Abdul (classe 4^D, scuola G. Mazzini, Avezzano)

 

martedì 23 MAGGIO

ore 16 e ore 17 La Gabbianella e il gatto (classi seconde, scuola S. Barbara, Capistrello)     

ore 19  Romeo e Giulietta (classi quarte, scuola S. Barbara, Capistrello)

 

mercoledì 24 MAGGIO

ore 18 Un amico venuto dal mare (classe 4^B, scuola G. Mazzini, Avezzano)                 

ore 19  Odissea: il Kolossal ( classe 5^C, scuola G. Mazzini, Avezzano) 

 

giovedì 25 MAGGIO

ore 16  Il girotondo delle stagioni (classe 1^A, scuola G. Mazzini, Avezzano)   

 

venerdì 26 MAGGIO

ore 18 B612: un viaggio fantastico (classe 3^B, scuola G. Mazzini, Avezzano)                         

ore 19 Nel paese dei Malfatti (classe 3^D, scuola G. Mazzini, Avezzano)      

 

 

Il festival è patrocinato dal Comune di Avezzano, Unicef e Scuola Amica e si è rivelato un progetto molto importante ed edificante per tutti i ragazzi che vi hanno preso parte. Come spiega Francesco Sportelli de Il Volo del Coleottero:  ‘’Affiancare percorsi didattici tradizionali ai linguaggi propri del teatro e della musica è un modo per scoprire le proprie potenzialità e metterle al servizio del gruppo, inoltre permette di sviluppare la creatività e superare le proprie paure e timidezze. Nel grande gioco del “fare finta di” ci si scopre liberi di esprimersi e comunicare rendendo il percorso edificante per sé e per gli altri.’’

 

Redazione AvezzanoInforma