Mercoledì 18 Settembre 2019

Cronaca 16:04

Lupo impiccato tra Lazio e Abruzzo: sul cappio il messaggio di chi ha compiuto il macabro gesto

18767751_1515236305217945_856516314817198725_n.jpg

“Non c'è nulla da aggiungere a questo orrore se non la preghiera di diffondere ovunque, perché tutti sappiano e questa povera anima non finisca nel dimenticatoio”. Con queste parole l’associazione Il Guardiano dell’Ombra commenta e condanna la deplorevole uccisione di un esemplare di lupo rinvenuto ieri nel territorio di Pendenza, frazione di Cittaducale in provincia di Rieti, al confine tra Lazio e Abruzzo.

 

Secondo quanto riportato stamane da Il Messaggero, l'immagine pubblicata dal giornale che ritrae l’animale impiccato, è stata fatta recapitare in forma anonima alla stessa associazione ambientalista operante nel reatino. Un gesto tanto vile quanto macabro, commesso da qualcuno che ha voluto veicolare l'uccisione con un messaggio posto sul cappio: sul corpo del povero animale, infatti, è stato affisso un biglietto con scritto <<Mangiato pecore e vitelli e non abbiamo avuto nessun rimborso>>. 

 

 

“La nostra provincia – scrive su Facebook l’associazione Il Guardiano dell’Ombra - non ha nulla da invidiare al più profondo sud del sud del mondo, pietà e civiltà sono privilegio di pochissimi, questo è il vero volto delle nostre montagne, purtroppo. Ci confermano che le indagini sono in corso e confidiamo nella rapida individuazione e punizione dei colpevoli, anche perché Pendenza non è esattamente una metropoli”. 

 

Idia Pelliccia 


Ti potrebbero interessare anche Annunci | Regione | Cronaca | Notizie