Intervento artigiani
Nuovo ambiente - Sab edilizia
Nuovo ambiente - Venditti - Legna da ardere
Giovedì 22 Giugno 2017

Politica 10:46

Casciere chiude la campagna elettorale e presenta “La Cittadella di Avezzano”

18921741_10209488027533861_5649038498860720447_n.jpg

Ultimo comizio di Leonardo Casciere in piazza Risorgimento prima del voto di domenica 11 giugno: il candidato alla carica di sindaco ha illustrando tutti i punti del suo programma non lesinando stilettate ai suoi avversari. Infine ha illustrato il suo progetto per la “Cittadella di Avezzano”, tenuto in gran segreto fino ad oggi perché - parole di Casciere - “mi hanno copiato gli slogan e l’intero programma elettorale, non volevo mi copiassero anche questo”.


Il candidato parte illustrando il panorama politico avezzanese con la seguente premessa: “Parlerò solo di politica perché rispetto tutti come uomini, ma non posso certo rispettarli come politici”. Parla delle due coalizioni di Di Pangrazio “che unisce il PD all’UDC di Cesa, Sottanelli di Teramo, fino all’ultimo ingresso, la famiglia Stati” e De Angelis “con Tedeschi, Iampieri, l’ultimo fantasma politico De Laurentis, Piccone, Del Corvo e i sulmonesi Gerosolimo e Pelino, venuti qui non per gli interessi di Avezzano, ma per quelli di Sulmona e per i loro personali”.


Non sono mancati gli affondi diretti al sindaco Di Pangrazio: “L’amministrazione uscente ha curato solo gli interessi di parenti e amici. Un assessore di Carsoli ha avuto più di 40 mila euro di rimborsi benzina, avrebbe fatto il giro del mondo, e non si sono fatti lavori necessari per 5 anni; oggi Avezzano è pieno di cantieri pagati con i soldi presi a leasing e questo significa che quelle spese ricadranno sulle spalle dei cittadini”.


Poi su De Angelis: “Non avendo argomenti ha incentrato la sua campagna elettorale sulla legalità delle affissioni elettorali, quando è stato lui il primo a violare la legge mettendo la sua faccia sulle vetrine di via Mazzini, per poi mandare i suoi ‘sgherri’ a stracciare i manifesti dei 5 Stelle; ha violato la legge negli ultimi 5 anni non rendendo pubbliche le dichiarazioni dei redditi come previsto dalla legge per chi fa parte delle amministrazioni, per questo è stato denunciato più volte dall’ANAC. Perché non le ha rese pubbliche, ha forse qualcosa da nascondere? Non ha mai avuto il coraggio di presentarsi davanti ai cittadini. Anche domani, giorno dei comizi di chiusura, non sarà sul palco ma farà la solita festicciola per i suoi amici; questa è mancanza di rispetto verso i cittadini”.


Casciere sposta poi il discorso sul suo programma elettorale, con tutti i punti cardine portati avanti in questa campagna elettorale e con l’aggiunta di alcuni dettagli. Lavoro: “Il nucleo industriale deve uscire dall’ARAP, un ente inutile che serve solo a distribuire prebende”; Sicurezza: “Vigili e polizia locale dovranno vigilare 24ore su 24 il territorio per garantire la sicurezza dei cittadini”; Sociale: “Assistenza ai meno fortunati con l’istituzione di un ente comunale che coordini e supporti tutte le associazioni di volontariato. Ho ricevuto un messaggio da un diversamente abile che mi ha strappato il cuore, non è possibile che questi ragazzi vivano nell’indifferenza del comune, loro e le rispettive famiglie devono essere supportati con costanza”Trasparenza Amministrativa: “Riduzione drastica delle spese dell’amministrazione, basta premi ai dirigenti, staff del sindaco ridotto, via l’ufficio legale. Soldi risparmiati da utilizzare per appalti pubblici, per far lavorare i cittadini e per l’aiuto ai più deboli”; Cultura e Università: “I soldi spesi per l’istruzione sono un investimento per la città”; Sanità: “L’ospedale è stato depredato da L’Aquila, dobbiamo far rispettare la legge e far valere le nostre ragioni in base al decreto Lorenzin; il nostro bacino di utenza è tale da permetterci di avere qui tutti i presidi richiesti”; Tribunale: “Ho scritto una lettera per l’accorpamento del tribunale di Sulmona in quello di Avezzano, per garantire la sopravvivenza di quest’ultimo. Tutti i candidati hanno firmato la lettera da indirizzare al Ministro della Giustizia, tranne De Angelis che è guidato dagli interessi dei sulmonesi Gerosolimo e Pelino”.


Casciere ha chiuso la presentazione parlando del progetto Cittadella di Avezzano, “Una struttura che accoglierà anziani e giovani studenti, per una sinergia che valorizzi l’aspetto sociale, educativo e della formazione. La struttura è completamente finanziabile, progetti e finanziamenti sono già stati studiati dallo staff di Casciere”. 

 

 Di seguito la descrizione della Cittadella di Avezzano:


- Il progetto si basa sul concetto di integrazione dalla terza età fino ai bambini, con laboratori didattici per far sì che gli anziani insegnino ai giovani e possano fare anche funzione di controllo ed educazione. Sono previste aree di svago sportivo e ludico;


- “Piano Scuola” per contenere al massimo le spese. Prevista l'accoglienza delle sedi scolastiche nei locali della “Cittadella”, dall’asilo nido fino all'Università, in strutture moderne, sicure e anti-simiche;


- Progettazione modulare, si può quindi partire con i primi locali e poi ampliare nell'arco di tutta l'amministrazione;


- Risparmio energetico, classe A++, fabbisogno energetico soddisfatto con fotovoltaico, recupero delle acque;


- Strutture adatte all’accoglienza dei diversamente abili;


- Impatto ambientale quasi nullo, costruito in bio-edilizia, con il verde predominante ed edifici con design moderno, utilizzando latero-cemento legnoso;


- Completamente finanziabile, in quanto soddisfa i requisiti richiesti dalla comunità europea (sicurezza sismica, piano scuola, risparmio energetico, virtuosismo energetico); 


- Il progetto (costo totale 10 milioni di euro) sarà finanziato tramite Cassa Depositi e Prestiti passando per le consociate INVIMIT (Investimenti Immobiliari Italiani) e Invitalia e con walfare immobiliare - piano scuole. Abbiamo ricevuto questa mattina, dopo attente verifiche, la conferma della fattibilità del finanziamento in toto del progetto, mediante le misure economiche sopra citate;


- Note legali: progettato dallo studio di architettura internazionale dell'arch. Mario Bonucci. Tale progetto è soggetto a copyright dell'autore, in base alle norme di legge. Per tale motivo non è soggetto a copia non autorizzata e diffusione. Tale progetto potrà essere realizzato solo sotto esplicita autorizzazione dello stesso;


- Pertanto si invitano tutti gli altri schieramenti politici a non utilizzare il materiale da noi oggi diffuso, in quanto Leonardo Casciere è unico soggetto autorizzato dallo studio di architettura Bonucci & partners. Il progetto sarà quindi realizzabile solo nel caso in cui Leonardo Casciere divenisse sindaco di Avezzano.

 

Redazione Avezzano Informa


Ti potrebbero interessare anche Annunci | Politica | Notizie