Intervento artigiani
Nuovo ambiente - Sab edilizia
Nuovo ambiente - Venditti - Legna da ardere
Giovedì 22 Giugno 2017

Politica 15:00

Casciere conferma il “senza padroni”: al ballottaggio né con Di Pangrazio né con De Angelis

leonardo casciere.jpg

AVEZZANO. «Nonostante non abbia ancora contezza del definitivo esito delle elezioni amministrative, pare infatti vi sia necessità di ulteriore tempo per il raggiungimento della meta, ritengo opportuno far conoscere le intenzioni del Progetto Casciere in ordine al ballottaggio». Inizia così la nota dell’avvocato, candidato sindaco alle elezioni comunali di Avezzano, Leonardo Casciere, in merito al secondo turno delle elezioni amministrative.

 

«Prima, però» va avanti Casciere «deve essere scandagliato il dato elettorale e convenire di aver ottenuto un buon risultato, se si considera che, senza alcun accordo con partiti, con vecchi “manovroni” della politica locale e con una schiera di giovani “vergini” politicamente, ho avuto, allo stato, il 7% dei voti, eleggendo con certezza un consigliere, salvo il successivo conteggio, gareggiando, come cifra elettorale, con vari partiti nazionali».

«A questo dato di fatto» chiarisce poi «va aggiunto che, da notizie assunte dai rappresentati di lista, sono stati annullati alla mia coalizione moltissimi voti, avendo gli elettori scritto il mio nome sulla scheda, invece di appore il segno di croce. È questo un giudizio che si basa sui precari dati elettorali attuali, che, di certo, non smentiscono il fatto di aver creato un nuovo soggetto politico che, posso garantire, proseguirà il percorso intrapreso. Dopo la dovuta comunicazione sui miei intendimenti futuri e sul risultato amministrativo, anche se ancora in itinere, in sintonia con i precetti enunciati durante tutta la campagna elettorale, ho deciso, insieme ai miei, di riconfermare che “senza padroni” non era uno slogan elettorale, ma una mia vera convinzione interiore, per cui non mi schiererò con nessuno dei due contendenti al ballottaggio».

 

«Sia chiaro» conclude Casciere «che chiunque dei due dovesse vincere, avrà nel Progetto Casciere un oppositore sicuro, vigile e leale, sempre rispettoso dei diritti dei cittadini e dei meno fortunati. Non ultimo per importanza: il mio grazie e la mia riconoscenza a coloro che hanno accordato la loro preferenza a me ed alle mie liste, scegliendo, questo si liberi e “senza padroni”, un nuovo percorso politico».

 

Redazione Avezzano Informa