Nuovo ambiente - Sab edilizia
Nuovo ambiente - Venditti - Legna da ardere
Venerdì 28 Luglio 2017

Politica 22:14

Mario Quaglieri candidato “bipartisan” a presidente della Provincia dell’Aquila

mario quaglieri.jpg

 

Corsa alla Presidenza della Provincia dell’Aquila: a 48 ore dalla presentazione delle liste la candidatura di Mario Quaglieri, sindaco di Trasacco rieletto a furor di popolo solo qualche settimana fa, sta già assumendo una forza e una cornice ben delineate.

 

Una cornice dove stanno dentro centrodestra e centrosinistra e quindi una forza elettorale trasversale che sarebbe di tutto rilievo. Ci sarebbe un accordo per una lista civica che si articola sull’asse L’Aquila-Marsica-Valle Peligna a sostegno di Quaglieri. Ne farebbero parte il neo sindaco dell’Aquila Pierluigi Biondi e la sua Amministrazione, il sindaco di Pratola Peligna Antonella Di Nino, il sindaco di Ovindoli Simone Angelosante. E poi, per il centrosinistra tutto il gruppone che fa capo a Giuseppe e Gianni Di Pangrazio e quindi molti amministratori del Partito Democratico avezzanese e marsicano.

 

Di contro, l’altro accordo e l’altra lista avrebbero come promotori i consiglieri regionali Andrea Gerosolimo e Lorenzo Berardinetti. Il candidato individuato sarebbe Angelo Caruso, sindaco di Castel Di Sangro.

 

Oltre all’accordo trasversale, a favore di Quaglieri giocherebbe anche il fatto che Caruso è in “scadenza” tra due anni mentre il sindaco di Trasacco avrebbe davanti a sé cinque anni interi di legislatura.

 

Il 30 luglio prossimo i sindaci e i consiglieri comunali della provincia dell’Aquila, ognuno con il peso diverso del proprio voto rispetto alla popolazione del Comune che amministra, andranno a votare per scegliere il nuovo Presidente.

 

Tra il neo sindaco di Avezzano Gabriele De Angelis alle prese “accaventiquattro” con la composizione della sua Giunta, quindi abbastanza defilato dalle trattative (almeno ufficialmente) e per non urtare la suscettibilità di nessuno, e lo sconfitto al ballottaggio dell’Aquila, il democrat Americo Di Benedetto che sarebbe orientato a votare Quaglieri, rimangono diversi dubbi che riguardano tutti il Partito Democratico: dopo la sconfitta nel capoluogo di Regione e nel capoluogo della Marsica cosa farà per le elezioni provinciali? Si dividerà? Presenterà una sua lista? Questa lista sarà unitaria? Si andrà in ordine sparso ognuno per affermare la propria supremazia?

 

Fantapolitica? Forse. E il diretto interessato Mario Quaglieri? Tutto tace: a Trasacco c’è una dolce estate da godere fino in fondo.

 

Direttore