Nuovo ambiente - Sab edilizia
Nuovo ambiente - Venditti - Legna da ardere
Giovedì 24 Agosto 2017

Cultura 19:01

Danilo Ciaccia e ItalyAmo band conquistano il Canada all'Italian Day di Vancouver, il festival dedicato all'italianità

20428126_10214458658645718_11368700_n.jpg

“Posso dire, senza esagerare, che è stata una delle emozioni più forti della mia vita”. Con queste parole il musicista, cantante e videomaker marsicano Danilo Ciaccia descrive la sua performance avvenuta l'11 giugno scorso sul palco dell’Italian Day a Vancouver, il festival delle Little Italy più grande del Canada. L’evento dedicato all’italianità, che vede circa 400mila visitatori di ogni etnia e cultura, è seguito da TV e media della British Columbia e da Mediaset Italia attraverso la piattaforma Telelatino, meglio noto come TLN, canale televisivo canadese che trasmette in spagnolo, in italiano, in inglese per i canadesi originari dell'Europa meridionale e dell'America latina, e che ha riservato un’ampia intervista a Ciaccia, frontman dell'ItalyAmo band. 

 

"Quest'anno – racconta Danilo - ho avuto l'onore immenso di cantare il nostro Inno Nazionale, l'inno di Mameli, alla cerimonia di apertura dell'evento, dove erano presenti anche l'ambasciatore d'Italia in Canada, il console generale d'Italia a Vancouver e il sindaco di Vancouver. Posso dire, senza esagerare, che è stata una delle emozioni più forti della mia vita, cantare il tuo inno nazionale in un'occasione ufficiale, dall'altra parte dell'oceano a diecimila km da casa è qualcosa di indescrivibile, incredibilmente emozionante e ti riempie di sano orgoglio”.

 

“Voglio ringraziare gli altri componenti della "ItalyAMO band", musicisti bravissimi e ragazzi veramente in gamba. Tutti abruzzesi, talenti marsi: Claudio Baruffa (chitarra) Emanuele Di Carlo (tastiere/sax) Matteo Iacoboni (piano), Alessandro Palumbo (batteria), Davide Pisegna (basso). Grazie infine alla BeautyCULT Agency Eventi Culturali Italiani nel Mondo, che si occupa della comunicazione multimediale trilingue di questo format. In autunno uscirà un CD/DVD contenente la registrazione live del concerto a Vancouver e un video documento con tanti contenuti tra interviste a personaggi del turismo moda e spettacolo, curiosità, eccellenze, storie di vita e di successo italiano ed abruzzese. Ma ne parleremo più avanti!”.

 

Ciaccia ha viaggiato in Asia Africa, Nord e Sud America. Ha avuto trascorsi importanti in alcuni programmi Rai come Domenica In, I Raccomandati, Insieme sul Due e canali Mediaset. Selezionato da MSC Navi da Crociera, è rientrato in patria per valorizzarla e dedicarsi alla comunicazione: da qui la produzione in musica, video e spettacoli: "Da qualche anno, dopo alcuni lavori musicali e video documenti molto apprezzati e seguiti sul web, con tematiche riguardanti la riscoperta e la valorizzazione della mia terra d'origine (l'Abruzzo), collaboro con comunità abruzzesi ma anche più in generale con Istituzioni italiane, in Canada e Stati Uniti. Con il tempo ho ideato un format dal titolo ItalyAMO, che è un brand culturale e musicale, ed è anche il titolo dello spettacolo multimediale che propongo all'Estero e parallelamente anche in Italia e ovviamente nella mia terra, l'Abruzzo appunto. Ai produttori che decidono di sponsorizzare il format ItalyAMO, è abbinato un circuito di agenzie e operatori turistici, con precise indicazioni di “incoming” per incentivare il turismo verso l'Italia o per la promozione dei propri prodotti su mercati esteri”.

 

“Uno spettacolo che racconta in musica ed immagini la storia dell’emigrazione italiana oltreoceano, ma è volto anche ad incentivare il flusso turistico verso la nostra terra e sensibilizzare il pubblico verso le tematiche che riguardano la salvaguardia delle nostre radici culturali e del vero "Made in Italy", a difesa di ciò che è il nostro prodotto AUTENTICO che va protetto il più possibile dalla contraffazione, quindi da ciò che negli ultimi tempi si chiama "italian sounding", prodotti venduti come italiani e che italiani non sono. Vivo tra Italia e Canada da tre anni a questa parte e mi rendo sempre più conto di quanto siamo ancora in grado di promuovere il nostro Paese e della necessità di farlo con forza, veemenza e convinzione, perché l'autenticità italiana è messa fortemente a repentaglio ogni giorno in tutto il mondo. Sempre più spesso si sente dire <<l'eccellenza italiana è apprezzatissima all'estero, è il nostro punto di forza>>. Si, ma quando poi ci vivi all'estero ti rendi veramente conto di quante imitazioni, quanti falsi prodotti, e quanto danno l'italianità stia altrettanto subendo". (I.P.)

 



Ti potrebbero interessare anche Annunci | Cultura | Eventi & spettacoli | Notizie