Nuovo ambiente - Sab edilizia
Nuovo ambiente - Venditti - Legna da ardere
Giovedì 24 Agosto 2017

Attualità 15:00

Le strade di Avezzano invase da oltre 5mila penne nere (Guarda le foto)

0.JPG

AVEZZANO. “Con la presenza degli alpini la speranza non trema”, “Per un futuro ancora in prima linea gli alpini in armi e in congedo al servizio della patria”, “Solidarietà, amicizia, ricordo, tradizione… i nostri valori”. Questi solo alcuni degli striscioni che hanno sfilato per le strade di Avezzano, in occasione del raduno del IV raggruppamento Centro-Sud-Isole dell’Associazione Nazionale Alpini.

Insieme a oltre 5mila penne nere, hanno attraversato le vie del capoluogo marsicano, dalla chiesa della Madonna del Passo a Piazza della Repubblica, le autorità militari, i gonfaloni dei Comuni coinvolti, i sindaci, i rappresentanti delle istituzioni provinciali e regionali.

 

A salutare le migliaia di persone arrivate ad Avezzano il primo cittadino, Gabriele De Angelis, che si è detto fiero e orgoglioso di ospitare il raduno e ha poi rivolto un ringraziamento agli alpini per quello che hanno fatto in passato e per ciò che, in questi giorni, hanno portato in città. «Questa festa» ha affermato De Angelis «rimarrà per sempre nella storia e nella memoria di Avezzano».

 

Subito dopo il primo cittadino ha preso la parola il presidente della sezione Abruzzi, Pietro D’Alfonso, il quale ha voluto indirizzare un pensiero anche al comandante del IX reggimento Alpini L’Aquila, impegnato in una missione in Libia.

 

A chiudere gli interventi, prima dell’inizio della sfilata, il presidente nazionale dell’Ana, Sebastiano Favero che, oltre a manifestare il proprio grazie all’amministrazione e alla città di Avezzano per la calorosa accoglienza, ha descritto la figura delle penne nere con una frase di Arturo Andreoletti, uno dei fondatori dell’Ana: “Gli alpini in fondo sono quelli che sanno amare, che vogliono e che fanno”. «Questo è quello che in sintesi siamo noi» ha concluso Favero «lo eravamo cento anni fa e lo saremo ancora nei prossimi cento anni».

 

Al termine del corteo, applaudito da moltissime persone durante tutto il percorso e accompagnato dalle fanfare e da alcune bande marsicane, il sindaco De Angelis e il presidente della sezione abruzzese dell’Ana hanno consegnato la stecca al presidente della sezione di Roma e al primo cittadino di Leonessa, il comune che nel luglio 2018 ospiterà il raduno.

 

Maria Caterina De Blasis