Nuovo ambiente - Sab edilizia
Nuovo ambiente - Venditti - Legna da ardere
Sabato 21 Ottobre 2017

Cultura 17:18

«Crescere ancora, crescere insieme», l’obiettivo ambizioso di Lino Guanciale al timone del Teatro dei Marsi

Lino Guanciale stagione Prosa.jpg

 

Il nuovo Direttore Artistico del Teatro dei Marsi e il sindaco di Avezzano, l’attore di livello e l’ex assessore alla cultura, il ragazzo avezzanese e il primo cittadino che ha tenuto per sé la delega alla cultura. Nel presentare la Stagione di Prosa 2017/2018 del Teatro dei Marsi l’intesa tra Lino Guanciale e Gabriele De Angelis appare in tutta la sua forza nel motto coniato dallo stesso Guanciale: “crescere ancora, crescere insieme”. In quelle quattro parole c’è la sintesi della stretta collaborazione tra l’Amministrazione comunale e l’Ufficio del Teatro, ci sono insieme la consapevolezza di proseguire al consolidamento qualitativo dell’offerta e l’ambizione di crescere in prospettiva strutturale attraverso una buona progettualità culturale. A favore della città e dell’intero territorio.

 

Il Teatro dei Marsi non soltanto come contenitore di spettacoli di pregio dunque ma una struttura capace di evolversi nel tempo e diventare un grande punto di riferimento per la cultura in Abruzzo e nel Centro Italia. A puntellare la convinzione e l’auspicio di De Angelis, quella di avere un Teatro capace di essere aperto e vivere ogni giorno, arrivano le qualità artistiche e manageriali di Lino Guanciale: «Le compagnie e gli attori sono felici di venire qui, il Teatro dei Marsi è percepito da chi fa spettacolo come un luogo dove venire e tornare anche perché, cosa rara, c’è molto pubblico. Senza tacere dell’ottima posizione geografica nella quale ci troviamo, siamo a tre quarti d’ora da Roma ed è un aspetto sul quale lavorare meglio».

 

Da Direttore Artistico e nell’ottica della crescita costante, Guanciale ha messo in piedi un cartellone di tutto rispetto insieme col “tavolo tecnico” al quale siedono le meritevoli realtà storiche della cultura marsicana: ci sono Gabriele Ciaccia del Teatro dei Colori, Massimo Coccia di Harmonia Novissima, Antonio Silvagni del Teatro Lanciavicchio.

 

Il primo passo voluto dal sindaco De Angelis nella trasformazione in casa della cultura cittadina del Teatro dei Marsi, è curato dall’architetto Alberto Cicerone che ha costruito il “Progetto Spazio Arte”. Un progetto culturale nel quale si mette a disposizione degli artisti del territorio, siano essi pittori, scultori o fotografi, il foyer del Teatro dei Marsi che diventa il luogo espositivo per le loro opere: «Una carezza che viene fatta ai nostri artisti, frantumiamo così quel “nessuno è profeta in patria” tanto da mettere le opere sotto gli occhi del pubblico avezzanese e marsicano».

 

Nessuna intenzione allora di correre il rischio di fermarsi alla dimensione, seppur lodevole, alla quale si è attestato il Teatro de Marsi nel corso degli anni. L’idea e la volontà sono quelle di continuare a crescere ancora, tutti insieme con un'Amministrazione comunale che fa diventare la cultura strategica nello sviluppo del territorio e un profeta in patria che di nome fa Lino Guanciale.

 

Luigi Salucci


 (Nelle foto il cartellone completo e le informazioni su orari, abbonamenti e biglietti)