Nuovo ambiente - Sab edilizia
Nuovo ambiente - Venditti - Legna da ardere
Giovedì 23 Novembre 2017

Attualità 10:45

Edilizia scolastica a Tagliacozzo. Il sindaco: “Per noi massima priorità, basta sciacallaggio”

Comune Tagliacozzo.jpg

TAGLIACOZZO. “Comitato autonomo genitori” questo il nome del gruppo dei genitori che si sono riuniti nella sala consiliare del Comune di Tagliacozzo per discutere sulla sicurezza degli edifici scolastici.

All’incontro sono stati invitati alcuni tecnici che hanno illustrato lo stato delle strutture scolastiche cercando di rassicurare l’uditorio. Il direttivo del Comitato e alcune persone del pubblico hanno cominciato a contestare le dichiarazioni degli ingegneri e degli architetti che relazionavano sugli edifici. Al termine è intervenuto anche il sindaco di Tagliacozzo Vincenzo Giovagnorio il quale ha sostenuto che la richiesta di musp da parte di alcuni esponenti di quello che ha definito “sedicente” “Comitato autonomo dei genitori” è una richiesta anacronistica e assolutamente antieconomica e prevede gli stessi tempi della costruzione di un nuovo edificio o il restauro dei vecchi.

 

«I musp» ha dichiarato il primo cittadino «sono molto costosi, sia che li si voglia prendere in affitto, sia che li si possa acquistare, checché favoleggi il consigliere Vincenzo Montelisciani: il costo è di svariate centinaia di migliaia di euro e a ciò andrebbero aggiunti le onerose opere di urbanizzazione (luce, acqua, gas, fognature, telefono) dell’area su cui dovrebbero essere installati. Le tempiste delle gare di acquisto o di affitto e di assegnazione a ditte per l’installazione sono identiche a quelle per la costruzione del nuovo campus scolastico. Avremo in definitiva, dopo tante energie e soldi pubblici spesi, una struttura provvisoria e in Italia nulla è più definitivo del provvisorio». «Per Tagliacozzo» ha aggiunto Giovagnorio «è giunto il momento di una svolta di qualità e di uno scatto di orgoglio. I nostri ragazzi non sono di serie B rispetto a tutti gli altri studenti dei comuni marsicani. Questa amministrazione punta al meglio, perché così è giusto: è il momento di un nuovo edificio scolastico che garantisca il 100% della sicurezza, della funzionalità, del risparmio energico e dell’estetica. Le mediocri farneticazione di Montelisciani e dei suoi “consigliori” sono inammissibili per chi come noi sta portando avanti una seria e responsabile azione amministrativa, mai fino ad ora condotta con tanta attenzione, presenza e sensibilità. I tecnici, ingegneri e architetti, che hanno parlato in occasione della riunione di sabato scorso hanno confermato che gli edifici scolastici di Tagliacozzo sono stati costruiti bene. Specialmente la Argoli, che presenta il coefficiente di sicurezza sismica di 0,29 (il più basso dei nostri edifici), a detta dell’Ingegnere Di Giannantonio, che ha realizzato le prove sismiche, ha fondamenta solide e i materiali di costruzione usati sono di qualità. Tutte le nostre strutture scolastiche sono agibili. Ribadisco a tal proposito l’indicazione prefettizia scaturita dopo la riunione dell’8 settembre 2016, per cui il ricorso ai musp sarebbe giustificabile solo in caso di inagibilità degli edifici».

 

«Riguardo al “comitato autonomo” dei genitori» afferma ancora il sindaco di Tagliacozzo «è un’organizzazione presieduta dalla zia del consigliere Montelisciani Cristina Pascucci e composta, nel direttivo, dalla cugina carnale Laura Angelone e da alcune esponenti che parteciparono alla sua lista e alla sua campagna elettorale: Serena Fossati e Tanja Di Bernardo. Non è perciò credibile e super partes e non lo ritengo quindi assolutamente rappresentativo del sentimento comune di gran parte dei genitori degli oltre 950 studenti che frequentano le scuole del nostro Comune. Il dibattito di sabato scorso in sala consiliare poi è stato animato, nell’ordine, dal fratello e dalla di lui compagna, dal padre e dalla madre del consigliere Montelisciani, quindi più che “comitato autonomo” è un “comitato di famiglia”».

 

«In precedenza avevo chiesto alla Presidente Pascucci di essere di supporto all’azione amministrativa che sta incalzando gli enti sovracomunali per avviare gli iter e ottenere i fondi necessari. La Giunta» ha concluso Giovagnorio «ha con grande coraggio comunque destinato circa 120 mila euro per la redazione di un progetto esecutivo-cantierabile funzionale ad ottenere il massimo punteggio possibile nel prossimo bando regionale che elargirà soldi per costruire nuove scuole. Il bando, a detta dell’assessore ai Lavori Pubblici Donato Di Matteo, del consigliere regionale Lorenzo Berardinetti e del dirigente regionale all’edilizia scolastica Silvia Aloisio, sarà pubblicato a fine 2017 e dovremmo assolutamente essere pronti. Ogni indugio, in questo caso, pregiudicherà la svolta epocale che Tagliacozzo deve attuare per le 1100 persone che ne compongono la popolazione scolastica. Noi andremo avanti per la nostra strada, così come raccomandatoci da moltissimi genitori, senza dare ascolto alle infime ed infide strumentalizzazioni politiche di Montelisciani & co che fanno sciacallaggio e terrorismo psicologico sull’argomento edilizia scolastica che per noi è di massima importanza».

 

Redazione Avezzano Informa