Nuovo ambiente - Sab edilizia
Nuovo ambiente - Venditti - Legna da ardere
Giovedì 23 Novembre 2017

Attualità 19:18

Aielli, il borgo marsicano tra le "100 mete d'Italia"

100 mete d'italia.jpg

L’opportunità di un premio a quelle comunità che hanno saputo sviluppare un’idea di futuro originale e autentica, senza mai perdere il contatto con le origini legate alle radici del luogo, ed ecco che Aielli è stata inserita tra le “100 mete d’Italia”.

 

Il borgo, scelto dall’Osservatorio delle Eccellenze Italiane, concorrerà per uno dei premi ‘Mete d’Italia’ che si propone di rendere merito alle migliori esperienze finalizzate allo sviluppo, alla crescita, al potenziamento, realizzate per il miglioramento concreto della qualità della vita dei cittadini, in un’ottica di sostenibilità e di promozione della cultura.

 

Aielli è candidata al premio Glicine ed è stata inserita nella categoria omonima. Un prestigioso riconoscimento per il comune marsicano, che si è distinto grazie alla sua capacità di innovarsi, alla trasparenza della macchina amministrativa, al rispetto delle regole e della legalità in nome del più nobile principio del bene comune.

 

Il comune di Aielli è stato invitato ufficialmente presso la sala Koch di Palazzo Madama giovedì 16 novembre, alle 16.30.  In tale occasione verranno poi assegnati 10 premi (Premio Mete d’Italia) a quei Comuni che, tra i 100 pubblicati, si saranno distinti per l’attuazione di iniziative di alto profilo. Saranno presenti anche i membri del Comitato d’Onore, tra cui il prof. Vittorio Sgarbi, saggista e critico d’arte, ed il dott. Giovanni Malagò, presidente del CONI.

 

“L’inserimento di Aielli fra ‘Le 100 mete d’Italia’ – afferma Enzo Di Natale, sindaco di Aielli – è una notizia che non può che inorgoglirci. Essere scelti come esempio di trasparenza della macchina amministrativa rappresenta il raggiungimento di un importante traguardo per la nostra attività amministrativa. Rientrare tra le 100 Mete d’Italia, al fianco di località di grande interesse culturale, quali il sito UNESCO di Cerveteri o altri famosi borghi toscani, rappresenta per noi uno stimolo a fare sempre di più e meglio. Per il paese è un ulteriore occasione di pubblicità positiva”.

 

redazione AvezzanoInforma

 

 


Ti potrebbe interessare anche Notizie
di natale | aielli | marsica | cento mete | borgo | vittorio sgarbi | malago