Nuovo ambiente - Sab edilizia
Nuovo ambiente - Venditti - Legna da ardere
Martedì 12 Dicembre 2017

Attualità 18:00

Due giorni di incontri per parlare di associazioni sportive e responsabilità dei dirigenti

IMG_8934.JPG
Sono sempre di più le persone che praticano attività sportive dilettantistiche in modo organizzato, dando vita a sodalizi sportivi con funzioni anche di unione sociale.

 

L’amministrazione delle ASD e delle SSD, alla luce delle numerose riforme legislative, richiede una costante formazione professionale del dirigente per assicurare lo svolgimento dell’attività sportiva nel rispetto della normativa di natura fiscale, civile, penale e sportiva, al fine di evitare il rischio di commettere errori da cui possono derivare rilevanti responsabilità, soprattutto personali, per chi ricopre ruoli decisionali e per l’associazione o la società stessa.

 

Con un’adeguata informazione si limita il rischio di incorrere in tali responsabilità a beneficio di una gestione corretta dell’ente ed il migliore conseguimento del suo fine sociale.

 

È per questi motivi che Hermes, Centro Studi Europeo - associazione di divulgazione a carattere scientifico e culturale, anche su richiesta di molte realtà sportive locali, allo scopo di promuovere la crescita e la coesione sociale attraverso lo sport, organizza l'1 e il 2 dicembre, all'Hotel Serena Majestic di Montesilvano, un convegno sul tema “A.S.D. – S.S.D. – La responsabilità dell’amministratore”, allo scopo di fornire all'amministratore ed ai dirigenti dei sodalizi sportivi gli strumenti per una serena gestione dell’attività sportiva.

 

«Il primo pensiero di un presidente e anche il peggior incubo è che l’associazione non sia in regola con i numerosi adempimenti fiscali e non abbia una gestione corretta, tale da produrre delle responsabilità civili e penali» spiega Pietro Biagio Carrieri, presidente di Hermes. «Questi timori» aggiunge poi «ci raccontano i presidenti e dirigenti delle ASD e SSD che incontriamo nei convegni organizzati in tutta Italia. Abbiamo messo da parte i soliti noiosi convegni lasciando il posto a una formazione specifica, piena di consigli pratici e strumenti che i partecipanti potranno utilizzare fin da subito per dormire sonni tranquilli e blindare la propria associazione».

 

«Per fare ciò» conclude Carrieri «abbiamo chiamato come relatori professionisti, docenti universitari e manager sportivi, che hanno condensato tutta la loro esperienza maturata con centinaia di associazioni, per fornire ai partecipanti in maniera semplice e pratica tutta la conoscenza che occorre per far superare le criticità di natura fiscale, civile e penale».

 

Redazione Avezzano Informa