Nuovo ambiente - Sab edilizia
Nuovo ambiente - Venditti - Legna da ardere
Martedì 12 Dicembre 2017

Attualità 15:50

Festa degli alberi per gli studenti dell’IC Corradini-Pomilio

Festa alberi.jpg

AVEZZANO. Tanto entusiasmo e anche tanta curiosità, sul Monte Salviano, per la celebrazione della Giornata Nazionale degli Alberi 2017, stabilita dalla legge 10 del 2013).

 

Le classi I A e I C delle Medie di via Corradini hanno piantato, non lontano dal valico, nuove piante di diverse specie. Una quarantina di alberelli sono stati, come gli altri anni, prelevate dal vivaio regionale del corpo dei Carabinieri Forestali mentre una ventina sono state donate dalla Tekneko.

 

Aceri montani, carpini neri, bagolari e ornielli, tutti alberi autoctoni. La piantumazione è stata seguita da Brunella D’Alessandro, coordinatrice delle attività della Riserva del Monte Salviano e da Patrizio Schiazza, segretario regionale Ambiente e/è Vita Abruzzo.

 

«È bello stare in mezzo agli studenti» ha commentato il consigliere comunale Chiara Colucci, la quale ha partecipato all’evento come rappresentante dell’amministrazione comunale. «È importante sensibilizzare i più giovani ai temi dell’educazione ambientale e della cura del verde» ha aggiunto poi «l’amministrazione a guida del sindaco Gabriele De Angelis, tramite l’assessorato all’ambiente a cura di Crescenzo Presutti, si è messa da subito al lavoro per la cura e la messa in sicurezza delle aree verdi della città. Ne è un esempio piazza Torlonia».

 

Il consigliere comunale Colucci ha poi ricordato gli incendi che la scorsa estate hanno devastato anche alcune aree montane marsicane e che devono essere un monito per chi si occupa della preservazione delle piante e degli alberi, soprattutto in una Regione Verde come l’Abruzzo.

 

I tipi di piante sono stati illustrati da Silvia Di Paolo, l’agronomo forestale della Riserva. Gli studenti, accompagnati dalle docenti dell’istituto Corradini-Pomilio, si sono divertiti a togliere gli alberelli dai vasi provvisori e poi a metterli a terra insieme agli operai del Comune che hanno fatto il resto.

 

Redazione Avezzano Informa