Nuovo ambiente - Sab edilizia
Nuovo ambiente - Venditti - Legna da ardere
Martedì 12 Dicembre 2017

Attualità 10:10

Il Pd di Avezzano sulla facoltà di Giurisprudenza: “Salviamola, è un’opportunità non un costo”

giurisprudenza.jpg

AVEZZANO. «È senz’altro condivisibile ed apprezzabile l’impegno profuso dall’attuale sindaco di Avezzano per salvare il Tribunale. È altresì apprezzabile lo sforzo della maggior parte dei comuni marsicani di partecipare alle spese di gestione dello stesso per tenerlo aperto e funzionante. Ci sono invece delle perplessità nel ritenere la sede distaccata di Giurisprudenza un onere che si può cancellare». Queste le parole del segretario del Pd di Avezzano, Giovanni Ceglie, che punta l’attenzione sulla necessità di “salvare” la sede distaccata della Facoltà di Legge dell’Università degli Studi di Teramo.

 

«La sede distaccata di Giurisprudenza, voluta dalla giunta Floris» prosegue il segretario dem «è stata ed è tuttora un servizio che rende la città attrattore nei riguardi di quegli studenti destinati, invece, a trasferirsi dalle aree interne a Teramo o a Roma. Una facoltà genera immigrazione. Ma una facoltà genera una sana immigrazione, quale quella di studenti e professori, insomma di cervelli. C’è chi ha bisogno di affittare casa ad Avezzano o chi, facendo il pendolare, mangerà un panino o prenderà un caffè in un bar. Alla fine una facoltà genera economia. In più, proprio agli inizi di quest’anno, il Rettore di Teramo era disponibile ad ampliare l’offerta formativa dell’Università di Teramo con la creazione di un Master di primo livello distaccato nella sola Avezzano».

 

«Già in aprile» va avanti Ceglie «in Comune si era discussa la possibilità di aggiungere a quella di Giurisprudenza la facoltà di Agraria, anche questa distaccata da Teramo, vista la vocazione agricola della piana del Fucino, creando così un Polo Universitario locato nel Parco Torlonia, il cui bando delle opere era previsto per fine anno; a proposito che fine ha fatto? Se anche la facoltà di Giurisprudenza presenta un costo, conviene sostituirla e non chiuderla. Agraria è quella che meglio si lega con il territorio. Agraria godrebbe infatti della presenza di Centri di Ricerca come il Crab e di grandi aziende del settore, creatori di prodotti Igp, che potrebbero contribuire a fare da sponsor. Fondi pubblici e privati si sposerebbero per questa facoltà».

 

«Inoltre» argomenta ancora il segretario del Pd cittadino «se si creasse un Master di I livello ad Avezzano, che abbracciasse tematiche relative alla già esistente Facoltà di Giurisprudenza con quelle relative alla vocazione agricola della Marsica, avremmo il primo Master in Italia così specializzato. Il Pd, quindi, ritiene che i servizi e le attività culturali che arricchiscono un territorio andrebbero preservati e tutelati. Non sono un costo, ma un’opportunità».

 

«È importante trovare i fondi per il Tribunale» conclude Ceglie «ma senza smantellare i servizi esistenti, altrimenti si ripeterebbe la brutta esperienza della legge Fornero del governo Monti che per far fronte alla richiesta di cassa ha generato disfunzioni ben più gravi i cui effetti si fanno sentire ancora oggi».

 

Redazione Avezzano Informa