Nuovo ambiente - Sab edilizia
Nuovo ambiente - Venditti - Legna da ardere
Martedì 12 Dicembre 2017

Attualità 16:33

L'incidenza delle diverse forme di tassazione nella tavola rotonda della CNA

IMG-20171206-WA0002.jpg

La tavola rotonda del CNA, sezione di Avezzano, svoltasi nei giorni scorsi, è stata incentrata sull’incidenza delle diverse forme di tassazione nazionale, regionale, locale sul reddito d’impresa.

 

“E’ stato un confronto serrato e di alto spessore professionale” ha commentato il direttore della Cna di Avezzano, Pasquale Cavasinni a margine dei lavori “Nel riconoscere la validità del lavoro della CNA, gli autorevoli protagonisti del dibattito non si sono limitati a condividerne i contenuti, ma ognuno per quanto di competenza ha dichiarato la propria disponibilità ad agire: in ambito locale piuttosto che a livello parlamentare, per sostenere le proposte della CNA ritenute giuste, valide e utili per avere un fisco più equo e sostenere le piccole e medie imprese”.

 

Ai lavori hanno preso parte il Presidente territoriale Francesco D’Amore, Claudio Carpentieri, il sindaco di Avezzano Gabriele De Angelis; il presidente dell’Ordine dei commercialisti Valerio Dell’Olio, il parlamentare Gian Mario Fragomeli. Ha moderato il giornalista Antonio Monaco.

 

L’incontro è stato un confronto proficuo, volto a studiare azioni che si trasformino in proposte per semplificare le procedure burocratiche del rapporto fra la pubblica amministrazione e gli imprenditori.

 

“Siamo certi di aver fatto una cosa molto utile per le imprese” conclude Cavasinni “perché dal confronto che è durato circa due ore ne sono scaturiti impegni reciproci da parte dei partecipanti tutti indirizzati a lavorare in sinergia per ridurre le tasse sulle imprese”.

 

I dati elaborati dalla CNA confermano che gli imprenditori di Avezzano fino al cinque di agosto lavorano per il fisco e solo dopo questa fatidica data cominciano a produrre per le proprie aziende. Avezzano, con una pressione fiscale pari al 59% è al 55esimo posto nella graduatoria nazionale dei 135 comuni analizzati nel rapporto nel quale Trento risulta essere il comune più virtuoso e occupa, quindi, il primo posto. Reggio Calabria è 135esimo, con le imprese tassate oltre il 70%.

 

Redazione AvezzanoInforma