Sabato 21 Aprile 2018

Cultura 17:50

Tutto pronto per la XXII edizione del “Concerto di fine anno città di Avezzano, premio Alessandro Giancarli”

IMG_9184.JPG
Domenica 17 dicembre, alle 18:00, al Castello “Orsini”, torna, come da tradizione, per la ventiduesima edizione, con l’esibizione dell’Orchestra di Fiati “Armelis” di Collarmele, il “Concerto di fine anno città di Avezzano, premio Alessandro Giancarli”, dedicato alle vittime della strada, istituzionalizzato dal Comune di Avezzano, con il patrocinio del Senato della Repubblica Italiana, dei Comuni di Capistrello e Gioia dei Marsi, del Consiglio Regionale d’Abruzzo e della Provincia dell’Aquila. Quest’anno la tematica cardine sarà l’accoglienza, con la presenza del Vescovo dei Marsi, Monsignor Pietro Santoro, della Caritas diocesana e dal'associazione Rindertimi, con Gino Milano e Patrizia De Michelis.

 

Organizzato e presentato dalla giornalista Orietta Spera da 13 anni, l’avvenimento si tiene da ben 22 anni, nato da un’idea del compianto Maestro Antonio Stati, che portò ad Avezzano la concezione dell’esibizione bandistica, proprio al Castello “Orsini”.

 

Il “Concerto”, a ingresso gratuito, è a cura dell’Orchestra di fiati “Armelis” di Collarmele, i cui 40 elementi saranno diretti dal Maestro Corrado Lambona, e del Maestro di pianoforte Valentina Di Marco, e vedrà la partecipazione dei soprani Ilenia Lucci e Natalia Tiburzi, del tenore Lorenzo Martelli e del pianista Simone Sangiacomo.

 

Quale prestigiosa coreografia, le opere della pittrice e poetessa avezzanese, conosciuta anche all’estero e che in questi giorni espone i suoi quadri a Udine e a Roma, Gianna Danese. Inoltre, nel corso dell’evento sarà dato grande spazio all’associazione UNITALSI, sottosezione di Avezzano, che si occupa degli spostamenti delle persone diversamente abili e delle necessità delle proprie famiglie. L'istituzione raccoglierà, nel corso dello spettacolo i fondi per il proprio mantenimento e sviluppo e per il benessere dei suoi ospiti.

 

L’accettazione e l’aiuto del prossimo, un input al territorio con eccellenze zonali che si esibiscono e l’evidenziazione dei giovani per dare loro una spinta positiva per un futuro lavorativo: queste le finalità cardine di un evento, come quello di fine anno, che evidenzia sempre la città e il territorio marsicano e che registra sempre il tutto esaurito in fatto di presenze.

 

L’avvenimento abbraccia la tradizione ed è sempre nuovo; è studiato per annoverare, tra il pubblico, fasce d’età diverse. È vivace, brioso ma anche e soprattutto di concezione “classica”: le musiche sono di Vivaldi, Bellini, Rossini, Jacob De Haan, Mozart e diversi sono i “Capricci”, con bis, sorpresa e brindisi finali).

 

Ci sarà poi uno spazio dedicato all'angolo dei versi con Filomena Fazi che declamerà la poesia di Silvana Di Genova. Sarà presente anche il poeta Giacomo Proietti, con una sua nuova creazione, dedicata al tema della manifestazione. Tra le "guest star" di fama nazionale l'attrice Franca Di Cicco e l'artista Alberto Cicerone.

 

Grande e importante la partecipazione e l'appoggio anche morale della Fondazione Carispaq, per la quale gli organizzatori ringraziano il presidente Marco Fanfani. Madrina dell'evento sarà, come da due edizioni a questa parte, la Senatrice Stefania Pezzopane.

 

Un particolare grazie da chi ha promosso l'evento anche a tutte le ditte che rendono onore ed accrescono, con il loro contributo, il "Concerto di Fine Anno".

 

Redazione Avezzano Informa


Ti potrebbero interessare anche Cultura | Eventi & spettacoli | Notizie
Concerto di fine anno | Avezzano