Nuovo ambiente - Sab edilizia
Nuovo ambiente - Venditti - Legna da ardere
Martedì 20 Febbraio 2018

Attualità 16:30

Rafforzare negli studenti marsicani i valori sociali e morali: la prima edizione del premio letterario dedicato a Davide Andreetti

IMG-20180115-WA0018.jpg

AVEZZANO. Passione per la letteratura, per il giornalismo e per la poesia, ma anche il rigore e il rispetto che impone una divisa militare. Sono questi i valori che hanno contraddistinto nella vita Davide Andreetti e che continueranno a vivere tra i giovani marsicani, grazie al premio letterario a lui dedicato, organizzato dalla sezione avezzanese dell’Arma Aeronautica, presieduta dal Sergente Maggiore Pietro Antonio Di Matteo.

 

Nella sala consiliare del Comune di Avezzano si è tenuta la presentazione della prima edizione del concorso destinato agli istituti superiori della città. Alla conferenza stampa hanno presenziato i rappresentanti degli istituti che hanno partecipato al concorso: i professori Anna Rita Cosimati e Vincenzo Rea, rispettivamente per Liceo Classico e Istituto Agrario e Rossella Rodorigo, dirigente scolastica del Liceo Pedagogico.

 

Durante l’incontro, la memoria di Andreetti, sottufficiale dell’Aeronautica Militare e giornalista, appassionato di poesia, scomparso prematuramente a gennaio dello scorso anno, è stato affidato al collega di Antenna 2, Plinio Olivotto, che ha anche realizzato un video che sarà trasmesso sabato 20 gennaio, alle 9:30, al Castello Orsini di Avezzano, in occasione della premiazione del concorso. Olivotto, affiancato da Paolo Guadagni, direttore della testata, ha ricordato di quando appena 13enne Andreetti raggiungeva lo stadio per realizzare i servizi di cronaca sportiva e di quando, poco dopo, diventò il volto del tg. Fino all’annuncio, un giorno, della decisione di seguire le orme del padre e di volersi arruolare nell’Aeronautica.

 

In sala, oltre al padre del ragazzo, Gianni, sempre presente, in ogni manifestazione della città, con lo stendardo dell’associazione, anche la sorella Damiana.

 

«Entrare nelle scuole con progetti di questo tipo offre ai giovani la possibilità di acquisire la consapevolezza dell’importanza e dell’orgoglio non solo di indossare una divisa» il commento dell’assessore Fabrizio Ridolfi, che ha portato il saluto del sindaco Gabriele De Angelis e di tutta l’amministrazione comunale «ma anche di avvicinarli ad un mondo, quello delle forze armate, non sempre per loro facilmente raggiungibile. Grazie all’associazione Arma Aeronautica di Avezzano, il ricordo di Andreetti non morirà mai. La sua passione per le lettere si tramanderà da studente a studente e anche per questo l’amministrazione si impegnerà per far sì che il progetto abbia sempre più rilevanza».

 

L’evento è patrocinato dal Comune di Avezzano e dall’ordine dei giornalisti d’Abruzzo e promosso da Bcc Roma e Fondazione Carispaq.

 

La giuria che ha scelto gli elaborati vincitori, e che ha partecipato alla presentazione in Comune, è composta da Pietro Antonio Di Matteo (sezione di Avezzano dell’Arma Aeronautica), Raffaele Lolli (Società operaia di mutuo soccorso), Maria Teresa Letta (Croce Rossa), Paolo Guadagni (direttore Antenna 2), Mario Di Berardino (docente di italiano).

 

«Commemorare Andreetti è celebrare un ragazzo che ha incarnato perfettamente la figura dell'abruzzese forte e gentile» ha concluso il presidente Di Matteo «con questo concorso hanno vinto sì quattro giovani, ma lo scopo è quello di rafforzare in tutti gli studenti i valori sociali e morali e pertanto la vittoria è di tutti i nostri ragazzi».

 

Redazione Avezzano Informa