Nuovo ambiente - Sab edilizia
Nuovo ambiente - Venditti - Legna da ardere
Martedì 20 Febbraio 2018

Attualità 06:00

Civitella Roveto festeggia il suo parroco “da record”

Don Franco Geremia omaggiato per i suoi 60 anni da sacerdote del centro rovetano


7.jpg

CIVITELLA ROVETO. È stato definito un parroco dei record Monsignor Franco Geremia che, quest’anno, ha festeggiato 60 anni a guida della parrocchia di San Giovanni Battista di Civitella Roveto.

 

La comunità del centro rovetano ha omaggiato il sacerdote con un lungo pomeriggio di festa alla presenza di Monsignor Gerardo Antonazzo, vescovo della diocesi di Sora-Cassino-Aquino-Pontecorvo, di cui Civitella fa parte, di molti confratelli di Don Franco e, soprattutto, di tantissimi fedeli che hanno voluto dimostrare il proprio affetto al parroco.

 

Sul palco del Teatro Comunale il sindaco di Civitella, Sandro De Filippis, ha annunciato che per ringraziare il sacerdote per il suo operato è stata istituita una borsa di studio a suo nome. Il premio annuale vedrà due categorie, una dedicata alla migliore laurea magistrale e l’altra ai lavori delle scuole del paese; i temi saranno gli stessi e riguarderanno la pace, la solidarietà e l’ambiente.

Dopo il sindaco è stata la volta dei bambini che, con le loro maestre, introdotti dal vicesindaco e assessore alla cultura, Pierluigi Oddi, hanno voluto fare gli auguri a don Franco attraverso canzoni, poesie, disegni e anche una breve rappresentazione teatrale. Dopo di loro si sono alternati sul palco anche i Carabinieri, guidati dal maresciallo Fabio Renzi, le catechiste e la banda di Civitella diretta dal maestro Adone Sabatini.

 

La cerimonia è proseguita poi nella chiesa di San Giovanni Battista con la messa presieduta dal vescovo e concelebrata dallo stesso don Franco e dagli altri sacerdoti presenti. Durante la funzione, Monsignor Antonazzo ha elogiato l’operato del parroco descrivendolo come “il bacio di Dio a Civitella con la sua presenza umile e ricca allo stesso tempo, nascosta, ma comunque evidente per la sua fraternità umana e sacerdotale”. Don Franco, che dal 12 gennaio 1958 continua ad operare ininterrottamente nel centro rovetano, evidentemente emozionato, ha ringraziato i presenti confessando loro tutto il suo affetto e definendosi “il facchino di Dio, una matita pronta a scrivere ciò che il Signore vuole”.

 

Al termine della messa, all’interno di un grande tendone istallato nella piazza del centro storico, centinaia di persone hanno continuato a festeggiare don Franco Geremia all’insegna della gioia e della condivisione. (Mc.dB.)

 

Foto di Renzo Dosa


Ti potrebbero interessare anche Eventi & spettacoli | Notizie
don franco geremia | civitella roveto