Martedì 17 Luglio 2018

Attualità 06:00

Open day all’Istituto “Serpieri”: l’istruzione agraria come scelta strategica per l’occupazione e l’economia

DSC_9990.JPG

Aprire la scuola al territorio e far conoscere ad alunni e genitori, alle prese con la scelta della scuola superiore, l’offerta formativa dell’Istituto, i progetti più significativi e le varie attività finalizzate a dare risposte alla domanda diffusa di una formazione di qualità. Questo l’obiettivo dell’open day dell’Istituto “Serpieri” di Avezzano e dei tanti eventi organizzati per l’occasione.

 

Gli ospiti che hanno visitato la scuola hanno avuto anche la possibilità di partecipare direttamente alle attività laboratoriali, conoscere le aziende che accolgono gli studenti nei percorsi di alternanza scuola lavoro e ricevere informazioni riguardo alle opportunità e agli sbocchi occupazionali. Ha avuto poi luogo anche la prima lezione del corso di formazione micologica che consentirà a 30 alunni dell’Istituto di acquisire il tesserino per la raccolta dei funghi, organizzato in collaborazione con l’associazione Gema.

 

L’open day ha vissuto anche momenti importanti e pieni di riflessione per la celebrazione della giornata della memoria, che quest’anno ha visto protagonisti in prima persona studenti emozionatissimi dell’Istituto che hanno letto poesie, brani e applaudito la band della scuola che ha magistralmente eseguito canzoni e brani musicali.

 

«Una scuola attuale e al passo con i tempi» riferisce la dirigente scolastica Paola Angeloni «infatti il profilo del diplomato dell’IIS “Serpieri” è una figura che pur conservando le proprie radici nel rispetto della tradizione e dell’ambiente e nella valorizzazione del territorio ha acquisito nuove competenze e professionalità ed è pronto all’utilizzo delle nuove tecnologie innovative proprie dell’agricoltura 4.0». «Si coglie l’occasione per comunicare che l’Istituto è stato autorizzato al progetto Pon sull’alternanza scuola lavoro» aggiunge la dirigente «grazie al quale gli studenti verranno avviati ad un progetto di educazione al digitale in agricoltura. Una buona carriera lavorativa comincia già dai banchi di scuola per questo è importante prendere in considerazione i settori economici e produttivi in grado di accogliere i giovani».

«In tale scenario» conclude Angeloni «l’istruzione agraria si rivela strategica e vitale. Non a caso nelle regioni economicamente più virtuose come Toscana, Emilia Romagna, Piemonte, gli istituti agrari vengono considerati delle eccellenze nel panorama della formazione».

 

Redazione Avezzano Informa