Domenica 19 Agosto 2018

Attualità 06:00

Di nuovo in viaggio tra storia, natura e cultura: al via la V edizione del “Cammino dell’accoglienza”

locandina cammino.jpg

AVEZZANO. 

Natura, storia, tradizioni, sport. Sono questi gli ingredienti del Cammino dell’accoglienza, la tre giorni di marcia che, partendo da Balsorano, percorre i boschi della Valle Roveto fino ad Avezzano. La V edizione della manifestazione è stata presentata al Comune del capoluogo marsicano alla presenza dell’assessore all’ambiente Crescenzo Presutti.

 

«È ai giovani che va trasferita la memoria, soprattutto quella portatrice di valori» ha spiegato Carlo Komel, presidente dell’associazione “Il Cammino dell’accoglienza”, illustrando il programma del Cammino che si terrà 1, 2 e 3 giugno.

Alla conferenza stampa erano presenti, tra gli altri, Augusto Di Bastiano (Anpi), Antonella Silvestri (Comune Capistrello), Carlo Rossi (Comune San Vincenzo Valle Roveto), Ascenzo Turri (Cai), Ugo Patierno (Ana), per il Consorzio di Bonifica, il presidente Gino Di Berardino, Francesco Sciarretta e Mauro Contestabile, Romano Sfirri (Cammino Accoglienza).

 

«Il Cammino dell’accoglienza» ha affermato ancora Komel «è nato per ricordare l’eroismo e la resistenza delle popolazioni della Marsica nel soccorrere migliaia di prigionieri alleati, che dall’8 settembre 1943 al giugno del 1944 erano in fuga dai campi di prigionia per raggiungere le truppe che combattevano l’esercito di occupazione tedesco sul fronte di Cassino». «Il Cammino» ha aggiunto poi «toccherà, nella Valle Roveto e fino ad Avezzano, i luoghi di origine delle Medaglie d’Oro Giuseppe Testa, i fratelli Durante e i 33 Martiri di Capistrello. La manifestazione è nata da un’idea concertata con il compianto Antonio Rosini, ai tempi in cui ricostruimmo la nostra sezione Anpi. Pensammo di chiamarla il “Cammino della Memoria” ma sarebbe stato un evento che guardava al passato. Arrivò così l’intuizione di Giovanni Olivieri che parlò per la prima volta di “accoglienza”».

 

Il presidente Komel ha anche spiegato che insieme alla marcia si è costituita anche la rete “Scuole in Cammino”, nata per rendere permanente il contributo dei giovani, anello di congiunzione tra la storia e il futuro del territorio. Quest’anno il tema trattato dal network degli istituti marsicani è quello del cibo.

 

Per questa quinta edizione, il primo giugno, a Balsorano, insieme al sindaco Antonella Buffone, taglierà il nastro l’assessore Presutti, mentre invece, nell’'ultimo tratto, il 3, alla conclusione del Cammino che si terrà ai Cunicoli di Claudio, grazie alla collaborazione della Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio dell’Abruzzo, interverrà l’assessore allo sport, Angela Salvatore.

 

Redazione Avezzano Informa