Giovedì 19 Luglio 2018

Attualità 10:12

ambiente, cultura e storia: tutto quello che è ECOGENFEST 2018

34889004_874632422724689_6054997696505184256_n.png

ECOGENFEST 2018, una giornata a naso in su tra borghi e briganti. Una giornata dedicata all’ambiente, alla storia e al rapporto dialettico che le lega. Si parte a piedi il 27 giugno, alle ore 9.00, con il Cammino dei Briganti da Rosciolo a Cartore. Sotto la sapiente guida di Ercole Marchionni, letture e racconti accompagneranno i passi.


Alle ore 15.00, appuntamento presso l’Abbazia Santa Maria in Valle Porclaneta con l’A.P.S. Forum Ambiente e Cultura. Un evento amico dell’ambiente, il più “pulito” dell’estate marsicana. Proprio di ambiente si parlerà nel dibattito pomeridiano, alle ore 17.30, presso la riserva naturale orientata Monte Velino. Un convegno interessante sull’ambiente delle aree interne: “Cambiamenti climatici e rapporto con il territorio, le opportunità della sostenibilità”.


Introduce Cesare Augusto Scipioni, modera Ester Mordini. Interverranno: Michele Fina (Presidente Associazione Accademia Primo Levi); Mariangela Amiconi (Sindaco di Magliano de' Marsi); Giovanni D'Amico (D.M.C. Marsica); Domenico Cucchiarelli (Assessore all'ambiente, Comune di Magliano de' Marsi); Luciano Sammarone (Comando Reparto Carabinieri Biodiversità di Castel di Sangro); Antonio Nicoletti (Responsabile Aree Protette Legambiente).


La giornata non finisce qui: alle ore 19.00, passeggiata guidata sul sentiero dei grifoni; alle 20.00 si terrà la degustazione dei sapori del territorio e alle 21.00 tutti a teatro con gli studenti del liceo classico Torlonia che porteranno sulla scena l’intramontabile “Fontamara” dal romanzo siloniano.

 

Con il patrocinio del comune di Magliano dei Marsi, le associazioni Accademia Primo Levi e Forum Ambiente e Cultura hanno organizzato, con la sponsorizzazione dell’agriturismo “Il timo” e il supporto di AbruzzoOpenDay e Terrextra DMC, questa giornata di avventura e conoscenza. Dove arte e ambiente si legano, mostrando ancora una volta tutte le possibilità e le potenzialità di questo territorio.

 

Ludovica Salera