Martedì 20 Novembre 2018

Attualità 11:21

Auguri mamma, nessuno può smettere di essere figlio

mamma.jpg

In un'epoca che vede più che mai andare in crisi, spesso fino a sbriciolarsi, i valori che ancora restano invece i più importanti e i più solidi cui potersi aggrappare -quelli della Famiglia- ha senso più che in ogni altro momento ricordare e festeggiare la figura della mamma.

Siamo spesso portati a considerare questa data come un'occasione puramente consumistica, celebrata ed esasperata dalle pubblicità melense che poco hanno a che fare con le motivazioni che hanno spinto la società ad incidere sul calendario  una giornata in cui fermarsi a riflettere sul ruolo prezioso e ancora più che mai necessario della donna all'interno della famiglia.

La figura della donna nella società ha subìto negli anni notevoli trasformazioni, passando dalla figura stabile e rassicurante dell'angelo del focolare a una donna più consapevole delle proprie capacità, ma anche più lontana dal quotidiano svolgersi della vita familiare.

I ritmi sempre più frenetici e aggressivi dei tempi moderni, hanno progressivamente portato la donna a svolgere il proprio ruolo sempre più al di fuori della famiglia ed a coinvolgerla sempre meno nei processi educativi dei figli, spesso demandati a babysitter e nonni.

Eppure, ancora oggi non c'è rifugio più grande, consolazione più vera, amore più forte di quello che esprime una parola con le due sillabe più dolci del mondo.

Un parola facilissima da imparare, sempre la prima ad essere pronunciata e l'ultima ad essere dimenticata.

E non importa qunati anni si abbiano, quanto lontani la vita ci abbia portato, quanta strada abbiamo fatto lontani da casa, non esiste un'età in cui si smette di essere figli e ringraziare per il dono più grande che la vita ci abbia fatto.

Auguri Mamma.

 

 

F. Di Fabio