Mercoledì 28 Febbraio 2024

Attualità 07:30

Il Comune dell’Aquila autorizza due nuovi Centri Commerciali. Confcommercio al sindaco Biondi:”Non c’è coerenza: con soldi pubblici sono stati finanziati progetti per il commercio del centro e ora si spostano gli acquirenti verso l’esterno”

7CD031DD-ED7D-42AD-82F9-83014EF7333D.jpeg

L’AQUILA. Interviene ConfCommercio attraverso le parole di Roberto Donatelli  a commentare l'ok arrivato dalla Commissione comunale dell'Aquila sull'apertura di 2 nuovi Centri commerciali fuori le mura aquilane.

 

"La decisione assunta dalla Commissione Territorio del Comune dell’Aquila di autorizzare la realizzazione di due nuovi insediamenti commerciali nella zona ovest della città, peraltro già ampiamente servita da insediamenti esistenti ed esuberanti rispetto alle esigenze dei consumatori, non va nella giusta direzione del rilancio socio economico della nostra Città ed in particolare degli imprenditori che hanno investito e continuano ad investire nel centro storico cittadino e penalizza di fatto gli enormi sforzi di centinaia di imprese che hanno deciso nonostante tutto di credere in un loro futuro a ridosso della torre di Palazzo Margherita simbolo dell’identità della nostra Comunità cittadina.

 

È per questo che invitiamo l’Amministrazione Comunale nel suo complesso a rivedere nelle sedi competenti (Consiglio Comunale) l’orientamento della Commissione Territorio.

 

Soprattutto in questa fase storica del percorso di rilancio faticoso ed agognato da tutti gli Aquilani, non è proprio necessario continuare a favorire nuovi insediamenti commerciali che orientano e spostano flussi di potenziali acquirenti che andrebbero invece canalizzati proprio verso il commercio dentro le mura civiche anche per coerenza con i progetti finanziati con soldi pubblici (Bando Fare Centro) stanziati proprio per favorire la rinascita del tessuto commerciale e sociale strappatoci dai terremoti degli ultimi anni.

 

Proprio per questo rivolgiamo un sentito appello al Sindaco Biondi, alla Giunta ed a tutti i Consiglieri Comunali per dire: nuovi centri commerciali fuori le mura? NO GRAZIE."