Lunedì 22 Aprile 2019

Politica

Di Pangrazio commenta Chiodi sulla ferrovia Avezzano-Roccasecca

Di Pangrazio commenta Chiodi sulla ferrovia Avezzano-Roccasecca


pier1.jpg

AVEZZANO. È annosa la vicenda che riguarda la chiusura della ferrovia Avezzano-Sora-Roccasecca. Una decisione di cui si vocifera da anni e che l’8 settembre potrebbe definitivamente realizzarsi.

 

Il presidente della regione Gianni Chiodi qualche giorno fa ha chiesto, contro la chiusura, l’intervento del ministro Lupi. «La chiusura della linea Avezzano-Roccasecca» così ha detto il presidente «non vede d’accordo la regione Abruzzo. Di questo ho informato il ministro delle infrastrutture, Maurizio Lupi, che mi ha assicurato massimo impegno per risolvere la questione».

 

Ieri è arrivata la risposta del consigliere regionale Giuseppe Di Pangrazio che così considera l’operato di Chiodi: «Finalmente il governatore Chiodi si accorge che esiste la tratta ferroviaria Avezzano-Sora-Roccasecca, un servizio di fondamentale importanza per i collegamenti degli otto comuni ricadenti in uno dei territori (la Valle Roveto, ndr) di maggiore interesse ambientale della nostra regione».

 

Oggi, presso il comune di Avezzano, su richiesta dei sindaci dei comuni interessati, si ritroveranno, insieme a Di Pangrazio, i consiglieri Giovanni D’Amico, Gino Milano e  Daniela Stati, oltre agli assessori Angelo Di Paolo e Giandonato Morra. La riunione odierna è solo l’ultima di una serie molto lunga di incontri. È per tali ragioni che, commenta Di Pangrazio, «l'interesse di chi governa non può arrivare a partita finita. Prendo atto che finalmente anche il presidente Chiodi si oppone alla chiusura della tratta ferroviaria in questione, ne sono felice» chiosa ironicamente il consigliere «e speriamo che il suo interessamento porti fortuna».

 

Maria Caterina De Blasis

 

(Nelle foto, di Pierluigi Oddi, l'incontro odierno presso la sala consiliare del comune di Avezzano)