Mercoledì 07 Dicembre 2022

Attualità 06:15

Successo per la presentazione di “Cari nipoti” di Antonio Rosini

rosini 1.jpg

AVEZZANO. Un libro in cui si può leggere l’anima denudata dell’autore, i suoi sentimenti, pagine che lasciano porte aperte sulla sua vita e permettono di entrare tra i suoi ricordi. È questo e tanto altro “Cari nipoti”, l’ultimo libro scritto da Antonio Rosini, presentato nella sala convegni dell’ex Arssa di Avezzano.

 

Tantissime le persone che hanno partecipato all’evento, aperto dai saluti di un emozionatissimo Rosini e dell’assessore alla cultura del capoluogo marsicano Fabrizio Amatilli.

Il primo intervento è stato quello di Sergio Natalia il quale, oltre ad aver sottolineato l’importanza dei racconti dei protagonisti all’interno della ricerca storica, ha poi evidenziato il ruolo del Partito comunista italiano e dei sindacati di sinistra nella Marsica del dopoguerra, soffermandosi sulla parabola politico-sindacale di Rosini, e sulla sua attività finalizzata alla realizzazione di un “laboratorio politico” nella Marsica.

Subito dopo ha preso la parola l’avvocato Giancarlo Cantelmi, dirigente di partito già da giovanissimo, protagonista delle dure lotte del Fucino contadino, parlamentare nelle fila del Pci dal ‘76 all’‘83 e compagno di Rosini in numerose battaglie politiche e sociali. Cantelmi ha illustrato alcuni dei tratti fondamentali del libro del presidente dell’Anpi Marsica invitando soprattutto i giovani ad un’attenta lettura di pagine così importanti.

 

L’intervento finale è stato invece quello di Francesco Alecci, Prefetto della provincia dell’Aquila. Alecci, in un discorso sentito e molto coinvolgente, ha rivolto parole di profonda stima nei confronti di Rosini, commentando alcuni dei passi salienti di quella che è una storia raccontata da un nonno non solo ai propri nipoti, ma a chiunque abbia voglia di accostarsi ad un’intensa narrazione di vita vissuta.

 

Maria Caterina De Blasis

 

Foto: Severino Alessandro